banca centrale europea

Bce, nessun ritocco al costo del denaro nell'Eurozona

Il Consiglio direttivo non esclude, però, la possibilità di un ribasso e "si attende ora che i tassi di interesse di riferimento si mantengano su livelli pari o inferiori a quelli attuali"

Strada in salita per il rush finale di Draghi e il suo nuovo Tlro

Mario Draghi, presidente della Bce

Come previsto da molte le sgr in questi giorni, la riunione di oggi del Consiglio direttivo della Banca centrale europea si è conclusa senza nessun ritocco al costo del denaro nell'Eurozona. Nonostante l'ipotesi di un taglio, si legge su Adnkronos, il consiglio ha deciso infatti di mantenere invariati i tassi di interesse sulle operazioni di rifinanziamento principali, sulle operazioni di rifinanziamento marginale e sui depositi presso la banca centrale, rispettivamente allo 0,00%, allo 0,25% e al -0,40%.

Nel testo del comunicato si indica comunque la possibilità di un ribasso dei tassi di interesse. Infatti, si legge; "il Consiglio direttivo si attende ora che i tassi di interesse di riferimento della Bce si mantengano su livelli pari o inferiori a quelli attuali" almeno fino a tutta la prima metà del 2020 "e in ogni caso finché sarà necessario per assicurare che l'inflazione continui stabilmente a convergere su livelli inferiori ma prossimi al 2% nel medio termine".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo