Quantcast

banche & conti

Unicredit cede 450 milioni di crediti in sofferenza a Illimity, Guber e Barclays

La cessione riguarda un portafoglio di contratti di credito chirografario verso clientela del segmento piccole e medie imprese italiane

Unicredit, la notizia dell'accordo sulla sanzione fa bene al titolo

La torre di Unicredit a piazza Gaile Aulenti, Milano

Unicredit procede spedita nel suo piano di riduzione delle esposizioni deteriorate previsto dalla più generale strategia di riorganizzazione del gruppo. A poche ore dall'annuncio della cartolarizzazione da 1,1 miliardi, l'istituto bancario torna con una nuova operazione di cessione di un altro portafogli da 450 milioni di euro, stavolta relativi a crediti alle Pmi.   

Le acquirenti sono state la start-up bancaria di Corrado Passera (in foto), Illimity e la banca Guber in partnership con Barclays, ciascuna tramite un veicolo di cartolarizzazione, per la cessione pro-soluto del portafoglio di crediti in sofferenza derivanti da contratti di credito chirografario verso clientela del segmento piccole e medie imprese italiane.

L'Istituto dell'ad Jean Pierre Mustier spiega che il portafoglio comprende esclusivamente crediti derivanti da contratti di finanziamento ('large tickets') regolati dal diritto italiano con una creditoria complessiva- al lordo delle rettifiche di valore - di circa 450 milioni di euro.

In particolare, Unicredit riferisce che Illimity ha comprato una porzione del portafoglio con creditoria di circa 240 milioni di euro; mentre Guber e Barclays, attraverso la società veicolo Gaia Spv, hanno comprato la porzione restante con creditoria di circa 210 milioni di euro. L'impatto della cessione è stato già recepito nel bilancio del secondo trimestre 2019. La cessione costituisce parte dell'attuale strategia di Unicredit di riduzione delle esposizioni deteriorate.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo