M&A e private equity

Schroders rileva la maggioranza della svizzera BlueOrchard Finance

Con questo acquisto la società inglese continua a puntare sul private equity nei mercati emergenti. È la terza operazione di Schroders in Svizzera, dopo l'acquisizione di Adveq Holding e Secquaero

Schroders rileva la maggioranza della svizzera BlueOrchard Finance

Schroders ha acquisito una quota di maggioranza nello specialista in impact investing, BlueOrchard Finance. L'azienda svizzera, con un aum di 3,5 miliardi di dollari, fondata nel 2001 su iniziativa delle Nazioni Unite, si occupa di credito, private equity e prodotti per infrastrutture sostenibili. Il valore economico della scalata societaria non è stato reso noto. 

Il ceo di Schroders, Peter Harrison, entrerà nel nuovo cda di BlueOrchard, insieme a Georg Wunderlin e Stephen Mills

L'acquisizione, scrive oggi Citywire, non comporterà alcuna modifica al team di gestione di BlueOrchard, con Peter Fanconi che resterà presidente e Patrick Scheurle che continuerà ad agire come ceo. 

Tuttavia, il ceo del gruppo Schroders, Peter Harrison (in foto), il global head degli asset private, Georg Wunderlin, e il presidente di Schroder Adveq (società del gruppo dedicata ai clienti istituzionali), Stephen Mills, entreranno a far parte del nuovo consiglio di amministrazione per poter adottare decisioni strategiche congiunte.

Prosegue così l'avanzata di Schroders in Svizzera, nota il sito di informazione finanziaria, iniziata dopo l'acquisizione della zureghese Secquaero a inizio anno e l'acquisto della società di private equity, Adveq Holding, nel 2017.

Con quest'ultima mossa, in ordine di tempo, Schroders punta a espandere le proprie capacità di sostenibilità e ad aumentare la propria crescita nel debito privato e nello spazio di private equity nei mercati emergenti

leggi anche | 2019, Schroders festeggia un patrimonio gestito su nuovi massimi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo