Quantcast

vigilanza

Analista finanziario sanzionato per abuso di informazioni privilegiate

Consob ha comminato a Giovanni Ovi una multa di 150mila euro, insieme all'interdizione dall'esercizio della professione per cinque mesi e la confisca dei beni per un valore di 664 euro

Insider Trading, Consob sanziona un membro della famiglia De'Longhi

Centocinquanta mila euro di sanzione amministrativa; interdizione dall'esercizio della professione per cinque mesi e confisca dei beni per un valore di 664 euro. Sono queste le decisioni prese da Consob nei confronti di Giovanni Ovi, analista finanziario di Intermonte Sim tra settembre 2013 e giugno 2015. 

Secondo quanto ricostruito dall'autorità di vigilanza della Borsa e dei mercati, Ovi si è reso responsabile di abuso di informazioni privilegiate in tre occasioni distinte, nel ruolo di specialist per gli emittenti Mondo Tv e Digital Bros, le cui azioni tra il 2014 e il 2015 erano negoziate nel Mercato Telematico Azionario di Borsa Italiana, nel segmento “Star”.

Giovanni Ovi è stato sanzionato nel suo ruolo di analista finanziario rivestito tra settembre 2013 e giugno 2015

Il primo abuso è consistito nell'aver raccomandato a terzi l’acquisto di azioni Mondo Tv, "sulla base", scrive Consob, "dell’informazione privilegiata relativa all’imminente pubblicazione da parte di Intermonte, avvenuta il 22 maggio 2014, di una ricerca su Mondo Tv contenente una raccomandazione positiva e un target price superiore al prezzo di mercato, di cui era in possesso in ragione del normale esercizio dell’attività lavorativa che svolgeva presso Intermonte". 

Il secondo episodio ha riguardato, invece, la raccomandazione a terzi di acquistare "azioni Digital Bros, sulla base delle informazioni privilegiate relative alle imminenti pubblicazioni da parte di Intermonte, avvenute il 10 marzo 2014 e il 27 febbraio 2015, di ricerche" sulla stessa società quotata, "contenenti raccomandazioni positive e target price superiori al prezzo di mercato". In questo caso, le informazioni diffuse, Ovi le aveva apprese "al di fuori delle mansioni attribuitegli nell’ambito dell’attività lavorativa che svolgeva presso Intermonte". 

Il terzo episodio, in fine, vede l'analista responsabile di avere acquistato direttamente "1.270 azioni di Digital Bros, utilizzando l’informazione privilegiata relativa all’imminente pubblicazione da parte di Intermonte, avvenuta il 22 maggio 2015, di una ricerca su Digital Bros contenente una raccomandazione positiva e un target price superiore al prezzo di mercato, appresa al di fuori delle mansioni attribuitegli nell’ambito dell’attività lavorativa che svolgeva presso Intermonte e della quale conosceva o poteva conoscere in base ad ordinaria diligenza il carattere privilegiato". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo