pagamenti online

"La Newco tra Intesa e Sisal? Una pericolosa esternalizzazione"

La joint venture tra Banca 5 e Sisalpay non piace a First-Cisl. Colombani: "Una esternalizzazione che scarica sui tabaccai responsabilità che sono di chi dovrebbe fare banca in prima persona"

"La Newco tra Intesa e Sial? Un banale accordo distributivo"

Carlo messina, ad di Intesa Sanpaolo

La newco di servizi a pagamento annunciata da Intesa e Sisal non piace alla First Cisl. Per il segretario generale dei bancari non si tratta di una novità per i consumatori ma di "un'iniziativa pericolosa che nasconde un piano di esternalizzazione" indebolendo "il rapporto con famiglie e territori".

Viene spacciato per esempio di responsabilità sociale un banale modello distributivo che, di fatto, esternalizza sui tabaccai le responsabilità che sono di una banca (Colombani, First-Cisl)

Colombani parla di "un colpo contratto nazionale dei bancari mentre è in corso la trattativa per il rinnovo. Con l’accordo tra Banca 5 e Sisal group, Intesa Sanpaolo dichiara l’obiettivo di realizzare la prima banca di prossimità in Italia".

"E’ davvero singolare", continua il sindacalista, "che venga spacciato per esempio di responsabilità sociale un banale modello distributivo che di fatto esternalizza su una rete di commercianti al dettaglio (tabaccai) le responsabilità di chi, invece, dovrebbe fare banca in prima persona. La vera prossimità", contesta Colombani, "si fa aprendo gli sportelli bancari alle persone, non chiudendoli e sostituendoli con la Sisal”.

leggi anche | Banca 5 e Sisalpay unite nell'instant banking

Ciò avviene per giunta nel momento in cui “i sindacati chiedono che il contratto nazionale, per il cui rinnovo è in corso la trattativa con l'Abi, argini le esternalizzazioni selvagge e rafforzi la vigilanza sulle attività bancarie. Bisogna definire", aggiunge il segretario First-Cisl, "le regole del gioco insieme, nel settore, ma occorre farlo a bocce ferme”.

“Non vorremmo invece trovarci a commentare di qui ad alcuni mesi – avverte il segretario generale di First Cisl - l’ennesimo caso di disapplicazione del contratto nazionale”. Per queste ragioni, conclude Colombani, “attueremo una “difesa alta” di quei lavoratori e della categoria a garanzia della piena applicazione del contratto del credito”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo