asset management

Hedge fund, un lessico ricco è segno di performance migliori

Uno studio accademico rivela la connessione tra un vocabolario esteso e rendimenti più elevati. Statisticamente i fondi con descrizioni strategiche dal lessico ricco risultano meno esposti alla volatilità e performano di più

Se il manager parla chiaro, l'hedge fund performa meglio

"Le parole sono importanti", urlava Nanni Moretti in una delle sue prime celebri pellicole. Una regole che sembra valere anche per il settore finanziario dove una ricerca universitaria, recensita da institutionalinvestor.com, ha messo in correlazione le strategie comunicative degli hedge fund con le loro performance. 

Descrizioni strategiche composte da frasi eccessivamente lunghe e contorte potrebbero essere un segnale del fatto che i manager hanno qualcosa da nascondere (Cristian Tiu, Buffalo School of Management)

Un ampio vocabolario delle comunicazioni verso l'esterno (stakeholders in primis) sarebbe sintomo di maggiore capacità cognitiva e affidabilità, e quindi di rendimenti più elevati e minore volatilità.

Lo studio rivela che le strutture sintattiche troppo elaborate sono usate in relazione a azioni normative, violazioni degli investimenti e altre infrazioni civili e legali.

Gli autori, Juha Joenväärä dell'Università del Maryland, Jari Karppinen dell'Università di Oulu, Melvyn Teo della Singapore Management University e il professore associato di finanza Cristian Tiu della Buffalo School of Management, parlando di "diversità lessicale"

Al contrario, descrizioni strategiche composte da frasi eccessivamente lunghe e contorte potrebbero essere un segnale del fatto "che i manager hanno qualcosa da nascondere", dice Tiu a institutionalinvestor.com.

"Lo studio ha riscontrato una coincidenza tra vocabolari estesi e rendimenti più elevati, anche dopo aver tenuto conto di altre possibili cause di sovraperformance che sarebbero correlate all'abilità di scrittura, come l'educazione scolastica del manager", si legge nell'articolo

Il dato è chiaro. I fondi di investimento comuni con le descrizioni delle strategie lessicalmente più ricche sovraperformano i fondi con le scritture più lessicamente omogenee del 3,63% all'anno. I fondi con grandi lessici tendevano anche a "evitare il rischio idiosincratico e il rischio di coda", scrivono i ricercatori nello studio.

Cambiano anche le percentuali relative alla esposizione dei portafogli alla volatilità: i fondi con un lessico più vario si attestano sul 3,63%, rispetto al 4,19 di quelli che usano un linguaggio eccessivamente standardizzato.

Riguardo al nesso tra l'eccessiva lunghezza delle frasi e la poca chiarezza dei contenuti, lo studio porta l'esempio della descrizione della strategia del fondo Fairfield Sentry, che "ha acquisito notorietà come uno degli alimentatori del fondo di Bernard Madoff (in foto)". Secondo il documento, una frase del riassunto della strategia recita come segue:

"L'instaurazione di una posizione tipica comporta (i) l'acquisto di un gruppo o paniere di titoli azionari che sono strettamente correlati all'indice S&P 100, (ii) l'acquisto di indici S&P 100 fuori borsa messi opzioni con un valore nozionale che equivale approssimativamente al valore di mercato del paniere di titoli azionari e (iii) la vendita di opzioni call dell'indice S&P 100 out-of-the-money con un valore nozionale che equivale approssimativamente al valore di mercato del paniere di titoli azionari".

"Questo è l'esempio per eccellenza di un fondo la cui strategia descrittiva offusca piuttosto che chiarire", dicono gli autori intervistati. "Secondo lo studio", scrive institutionalinvestor.com, dal linguaggio usato "gli investitori potrebbero già sospettare una qualche connessione tra capacità di scrittura e capacità di investimento; gli autori hanno scoperto che gli investitori hanno allocato più capitale in fondi con descrizioni di strategie lessicali diverse rispetto agli hedge fund con sintassi complessa.

In fondo non c'è da stupirsi dei risultati di questa ricerca. Lo scriveva anche Ernest Hemingway in "Morte nel Pomeriggio" che uno scrittore che usa troppe parole e sproposito ha sempre qualcosa da nascondere. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo