Quantcast

vigilanza

Da oggi inizia la stretta di Bankitalia sull'uso dei contanti

Da oggi entrano in vigore nuovi obblighi di comunicazione all'istituto centrale sulla movimentazione di denaro pari o superiori ai mille euro

contanti controllo

Da oggi partono i controlli su sospette anomalie nell'uso di contanti. L'iniziativa è dell’Unità di informazione finanziaria per l’Italia (Uif) di Banca d’Italia, che ha comunicato le istruzioni necessarie con una comunicazione inviata la settimana scorsa ai soggetti interessati.

"Le comunicazioni oggettive individueranno l’intestatario anche di più conti e saranno obbligatorie per tutte le movimentazioni di contanti che superino i 10mila euro nell’arco del mese", spiega la First Cisl sul proprio sito internet. Oggetto di attenzione saranno anche i versamenti o i prelievi di contante per importi pari o superiori a mille euro

Chi opera in finanza dovrà rispettare la scadenza del quindicesimo giorno del secondo mese successivo a quello delle operazioni. "Ciò significa", continua la sigla sindacale dei bancari della Cisl, "che, ad esempio, la comunicazione obbligatoria riferita alle movimentazioni di contante svolte nel mese di gennaio potrà essere effettuata a partire dal 1° febbraio ma dovrà comunque pervenire entro il 15 marzo". 

leggi anche | Quella passionaccia tutta italiana dei soldi fermi sui conti correnti

leggi anche | K2 Intelligence, un consulente su riciclaggio e reati finanziari

Da oggi sarà possibile effettuare le prime quattro comunicazioni oggettive (ciascuna per i mesi di aprile, maggio, giugno e luglio 2019; l'obbligo è di trasmetterle entro il 15 settembre. Successivamente si procederà con scadenza mensile. Salvo i casi di esonero dall’obbligo di invio di comunicazioni negative, le comunicazioni oggettive dovranno essere inviate anche dagli istituti che non hanno alcuna operazione da comunicare.

"Particolare interesse suscita il caso di operazioni miste", sottolinea la First Cisl. "Ad esempio: un prelevamento da conto corrente per 1.500 euro totali, con contestuale versamento di 1.000 euro su libretto di deposito a risparmio e 500 euro di prelevamento in contanti non dovrà essere considerata ai fini del calcolo del superamento della soglia, in quanto la parte in contanti reali è inferiore ai 1.000 eur".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo