Quantcast

vigilanza

Prodotti finanziari senza scheda informativa, primi casi scoperti da Consob

Nonostante gli obblighi previsti dal 2018 per la consegna del Kid, l'ente di controllo sta registrando irregolarità sul collocamento di vari Priips

Prodotti finanziari senza scheda informativa, primi casi scoperti da Consob

Nonostante gli obblighi previsti dal 2018 per la consegna del Kid, Consob sta registrando irregolarità sul collocamento di vari Priips (i prodotti d'investimento al dettaglio e assicurativo preassemblati). L'ente di controllo dei mercati italiani segnala l'assenza in vari casi del documento di sintesi che deve essere presentato dall’emittente per descrivere le caratteristiche del prodotto finanziario per garantire trasparenza e informazione all’investitore.

Ne ha scritto questo fine settimana Plus - Sole 24 Ore spiegando che le irregolarità dipenderebbero da diverse banche che pur non essendo riuscite a mettersi in regola con gli adempimenti previsti dalle direttive europee (Mifid2 e direttiva Priips), hanno comunque collocato prodotti ricadenti nella categoria dei Priips.

"Una questione che si è posta in modo particolare per il trading online", scrive Plus, "dove appunto gli investitori hanno operato spesso senza avere a disposizione il Kid (...). In uno dei casi, il cliente ha denunciato l’inosservanza degli obblighi imposti dal regolamento dell’Unione europea n.1286/2014 in relazione all’acquisto di un Priip avvenuto nei primi giorni di febbraio 2018 senza la preventiva consegna del Kid da parte dell’intermediario.

Il sottoscrittore "aveva ordinato attraverso la piattaforma online di una banca (con sede principale in Olanda) l’acquisto di 230 quote del Priip per un controvalore addebitato di 25311,37 dollari. "In base all’applicazione del regolamento (UE) n.1286/14, gli intermediari che prestano consulenza sui Priip o vendono i Priip sono tenuti ad osservare gli obblighi imposti dal regolamento in questione", scrive l'avvocato del cliente denunciante.

La comunicazione della Commissione Ue (pubblicata nella Guce, la Gazzetta ufficiale dell’Unione, del 7 luglio 2017) ha ribadito l'obbligatorietà del Kid: "Una persona che offre consulenza su un Priip o vende tale prodotto deve fornire agli investitori al dettaglio il Kid a norma dell’art. 13 del regolamento 1286/2014. La distribuzione di un Priip senza Kid costituisce una violazione del regolamento 1286/2014".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo