vigilanza

Esma, pronte le linee guida per gli stress test sulla liquidità dei fondi d'investimento

Le indicazioni riguardano sia i prodotti alternativi che gli organismi di investimento collettivo in valori mobiliari. I rischi materiali dovranno essere comunicati alle autorità nazionali competenti

Fondi d'investimento e liquidità, pronte le linee guida di Esma sugli stress test

L'Autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati (ESMA) ha pubblicato due giorni fa la guida finale sugli stress test di liquidità dei fondi di investimento - applicabile sia ai prodotti di investimento alternativi (FIA) e sia agli organismi di investimento collettivo in valori mobiliari (OICVM).

Le linee guida richiedono ai gestori di fondi di sottoporre a stress test le attività e le passività dei fondi che gestiscono. Ciò include le richieste di rimborso da parte degli investitori

Le nuove regole, in arrivo il 30 settembre, sono complementari ai requisiti sulle prove di stress di liquidità che sono contenute nelle direttive GEFIA e OICVM e sono già applicabili.

Le linee guida richiedono ai gestori di fondi di sottoporre a stress test le attività e le passività dei fondi che gestiscono. Ciò include le richieste di rimborso da parte degli investitori, che rappresentano la fonte più comune e importante di rischio di liquidità e potrebbero anche avere un impatto sulla stabilità finanziaria.

I gestori di fondi alternativi e OICVM devono essere consapevoli del rischio di liquidità dei fondi che gestiscono e utilizzare gli stress test come strumento per mitigare questo rischio. I fondi con sede nell'UE devono testare regolarmente la resilienza dei loro fondi a diversi tipi di rischi di mercato, incluso il rischio di liquidità.

Le linee guida promuoveranno la convergenza della vigilanza. I gestori dovranno applicare una serie completa di linee guida durante la progettazione degli scenari, delle politiche e della frequenza degli stress test di liquidità per i fondi che gestiscono.

leggi anche | Prodotti rischiosi sotto tiro di Esma e Consob

leggi anche | Fondi europei, Vanguard supera Schroders per masse gestite. BlackRock è la prima

Il protocollo raccomanda inoltre di comunicare alle autorità nazionali competenti (ANC) i rischi materiali e le azioni intraprese per affrontarli. Una linea guida si applica anche ai depositari, che devono richiedere la verifica di tutte le procedure relative all'esecuzione dello stress test di liquidità.

I requisiti comuni consentiranno la convergenza nel modo in cui le ANC controllano gli stress test di liquidità in tutta l'UE.
Le linee guida ESMA seguono le raccomandazioni dell'European Systemic Risk Board (ESRB) pubblicate nell'aprile 2018 su come affrontare la liquidità e sfruttare il rischio nei fondi di investimento.

Il Comitato europeo per il rischio sistemico (CERS) ha chiesto che i principi si basino sui requisiti delle prove di stress stabiliti nella direttiva sui fondi di investimento alternativi (GEFIA) e su come i partecipanti al mercato effettuano le prove di stress.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo