Risultati

Gestito a gonfie vele, 4 miliardi di raccolta e record di patrimonio

Luglio positivo nei nuovi afflussi per Poste Italiane e Intesa Sanpaolo, negativo per Amundi e il gruppo Generali

Anche con un’idea “stramba” si può navigare col vento in poppa

Nel mese di luglio l’industria del risparmio gestito ha registrato flussi netti in entrata per 4 miliardi di euro. Le gestioni di portafoglio totalizzano sottoscrizioni nette per 4,6 miliardi, controbilanciando il dato relativo alle gestioni collettive (-599mln). Il saldo della raccolta del sistema da inizio anno supera i 53 miliardi. Non sono solo queste le buone notizie provenienti da Assogestioni: il patrimonio gestito, grazie in particolare all'effetto della gestione, sale a quota 2.237 miliardi e mette a segno un nuovo massimo storico.

Nell’ambito dei fondi aperti, i prodotti sui cui i risparmiatori italiani hanno indirizzato le proprie preferenze sono i bilanciati (+761 milioni) e gli azionari (+143 milioni). Sul fronte societario da segnalare il primo e secondo posto rispettivamente di Poste Italiane (3.079 milioni) e Intesa Sanpaolo (1.427milioni), risultato maturato prevalentemente grazie alle gestioni di portafoglio per gli istituzionali. Bene anche Morgan Stanley (410 milioni) e Deutsche Bank (373 milioni). Mese negativo per Amundi (-687 milioni) e il gruppo Generali (-463).

leggi anche | Assoreti, raccolta netta di luglio a quota 3 miliardi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo