il meeting di oggi

Bce: tasso sui depositi giù del 10%, invariati quelli sui rifinanziamenti

Nel meeting di oggi la Banca centrale europea ha rivisto al ribasso le stime di crescita dell'Eurozona e modificato le regole sul Tltro III. Riparte il QE. L'attacco di Trump al taglio sui depositi

Il presidente della Bce, Mario Draghi, con il suo successore, Christine Lagarde

Il presidente della Bce, Mario Draghi, con il suo successore, Christine Lagarde

"Il consiglio direttivo della Bce ha ribadito l'orientamento molto accomodamente per un lungo periodo di tempo". Così il presidente della Bce, Mario Draghi nel corso della conferenza stampa al termine del Consiglio direttivo, confermando un ulteriore taglio dei tassi.

La Bce si aspetta che il nuovo Qe prosegua il più a lungo possibile per rafforzare l'impatto accomodante dei tassi ufficiali

Il taglio stabilito per il tasso sui depositi è di 10 punti, che passa a -0,50%. Restano invece invariati quelli sulle operazioni di rifinanziamento principali e sulle operazioni di rifinanziamento marginale fermi allo 0,00% e allo 0,25%. 

Nel meeting di oggi a Francoforte la Banca Europea ha anche rivisto al ribasso le stime di crescita dell'Eurozona per quest'anno, con una previsione all'1,1%, e per il 2020, stimato a +1,2%. Per il 2021 la previsione è di una crescita dell'1,4%.

Ripartono anche gli acquisti del quantitative easing, ripristinando dal primo novembre gli acquisti di asset a un livello pari a 20 miliardi al mese. Al riguardo il Consiglio della Bce non fornisce alcuna scadenza per questo nuovo programma spiegando che ''si aspetta che prosegua il più a lungo possibile per rafforzare l'impatto accomodante dei tassi ufficiali''. La conclusione del programma", si legge su Adnkronos, sarà decisa ''poco prima che la Bce riprenda a rialzare i propri i tassi di interesse''.

Assieme all'annuncio del nuovo quantitative easing, la Banca Centrale Europea ha confermato - per i titoli già acquistati nei precedenti programmi - l'intenzione di reinvestire, integralmente, il capitale rimborsato sui titoli in scadenza nel quadro del programma di acquisto di attività per un prolungato periodo di tempo successivamente alla data in cui inizierà a innalzare i tassi di interesse di riferimento ein ogni caso finché sarà necessario per mantenere condizioni di liquidità favorevoli e un ampio grado di accomodamento monetario.

Con il taglio dei tassi di deposito stanno tentando e con successo di svalutare l'euro rispetto al dollaro molto forte, danneggiando l'export statunitense. E la Fed sta seduta, seduta e seduta (Donald Trump)

La terza decisione del Consiglio direttivo riguarda la modifica delle modalità della nuove iniezioni di liquidità, le cosiddette Tltro III - al fine di "preservare condizioni di  prestito bancario favorevoli, garantire la regolare trasmissione della politica monetaria e sostenere ulteriormente la posizione accomodante della politica monetaria".

"Il tasso di interesse in ciascuna operazione", si sottoliena nel  documento conclusivo, "sarà ora fissato al livello del tasso medio  applicato nelle principali operazioni di rifinanziamento  dell'Eurosistema per tutta la durata della rispettivo TLTRO".

"Per le banche i cui prestiti netti ammissibili superano un benchmark, il  tasso applicato nelle operazioni TLTRO III sarà inferiore e potrà  scendere al tasso di interesse medio sul deposito prevalente nel corso vita dell'operazione. La scadenza delle operazioni sarà estesa da due  a tre anni", si legge ancora.

La Bce ha deciso anche di introdurre un sistema a due livelli per la remunerazione delle riserve, in cui parte delle disponibilità bancarie di liquidità in eccesso sarà esente dal tasso di interesse negativo sui depositi. 

Le decisioni adottate oggi sono legate alla "debolezza persistente dell'economia dell'Eurozona e ai rischi al ribasso" legati a un "rallentamento che riflette l'andamento del commercio globale e le prolungate incertezze", ha spiegato Draghi. 

"Il nostro mandato lo conoscono tutti ed è assicurare la stabilità dei prezzi. Non agiamo sui tassi di cambio", ha continuato il governatore, commentando il tweet del presidente degli Usa, Donald Trump che sul taglio dei tassi sui deposti ha affermato: 'la Bce, agendo rapidamente, taglia i tassi di 10 punti base. Stanno tentando e con successo di svalutare l'euro rispetto al dollaro molto forte, danneggiando l'export statunitense. E la Fed sta seduta, seduta e seduta. Loro sono pagati per prestare denaro mentre noi stiamo pagando gli interessi'.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo