valute digitali

Libra, la svizzera Finma detta le regole per la sua applicazione

Per l'Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari la moneta di Zuckerberg dovrà essere sottoposta varie fasi autorizzative, in quanto sistema di pagamento ma con caratteristiche bancarie

Libra, la Finma svizzera detta le regole

L'Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari svizzeri (Finma) si è espressa sulla futura applicazione della Libra nel Paese. È questa l'autorità che dovrà dare l'ok alla moneta digitale di Mark Zuckerberg

Il Sole 24 Ore di oggi racconta di una comunicazione di Finma, in risposta a una richiesta presentata da Libra Association in merito all'inquadramento della moneta nella legislazione svizzera. Per l'autorità elvetica i livelli autorizzazioni sono ben tre

Il primo passaggio sarà quello della Libra in quanto sistema di pagamento, passaggio che richiede la coerenza della valuta con le regole anti riciclaggio nazionali. Il secondo passaggio sarà quello della garanzia della digital coin dai rischi bancari, possibile solo con il rispetto delle regole del settore bancario che prevedono, ad esempio, la ripartizione del capitale e una adeguata liquidità.

La terza frase autorizzativa, per la svizzera Finma, dovrà essere necessariamente di livello sovranazionale e internazionale, che coinvolga i vari Stati interessati dal progetto, quello della Libra, che nasce di per sé con un respiro dal respiro globale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo