Quantcast

Il portafoglio Cq di Banca Sistema alla sua terza cartolarizzazione

Dopo l'operazione, una volta ottenuto il rating, i titoli della classe senior potranno essere utilizzati anche per operazioni di rifinanziamento con BCE, in particolare le operazioni TLTRO III

Gianluca garbo, ad di Banca Sistema

Gianluca Garbi, ad di Banca Sistema

Parte la terza cartolarizzazione del portafoglio CQ (Cessione del Quinto) di Banca Sistema, Quinto Sistema Sec. 2019.

L’operazione, sulla scia del successo delle prime due operazioni lanciate nel 2016 e nel 2017, prevede un periodo di warehousing che si completerà indicativamente alla fine del prossimo anno e consentirà di proseguire con la strategia di efficiente finanziamento del business della cessione del quinto. 

Dopo la cartolarizzazione la banca potrà beneficiare dei rifinanziamenti a lungo termine, decisi di recente dal presidente uscente della Bce, Mario Draghi, per un ammontare fino a 295 milioni di euro

Rispetto alle precedenti operazioni, la principale novità riguarda la presenza dell'istituto dell'ad Gianluca Garbi tra gli original lender diretti del portafoglio che in larga parte rimane fortemente diversificato in termini di soggetti erogatori.

Ieri Quinto Sistema Sec. 2019, la società veicolo fondata per l'operazione, ha emesso 3 classi di titoli asset-backed securities (ABS) con struttura partly paid, per un valore iniziale di circa 152 milioni di euro, incrementabili grazie al meccanismo partly paid, fino ad un massimo di 780 milioni di euro.

Come avvenuto con le precedenti due operazioni, i titoli di classe senior possono essere utilizzati da Banca Sistema per operazioni di rifinanziamento con investitori istituzionali. Successivamente, una volta ottenuto il rating, i titoli della classe senior potranno essere utilizzati anche per operazioni di rifinanziamento con BCE, in particolare le operazioni TLTRO III. La banca potrà beneficiare dei rifinanziamenti a lungo termine, decisi di recente dal presidente uscente Mario Draghi, per un ammontare fino a 295 milioni di euro.

Credit Agricole Corporate and Investment Banking insieme a Banca Sistema hanno coordinato, in qualità di arrangers, l'operazione mentre lo Studio Legale Jones Day ha assistito le parti in qualità di transaction legal counsel. Banca Sistema si è avvalsa anche della collaborazione di Securitisation Services (gruppo Banca Finint) nei ruoli di corporate servicer, back-up servicer e representative of noteholders, mentre il ruolo di paying agent, calculation agent e account bank è svolto da Credit Agricole Corporate and Investment Bank.

leggi anche | Banca Sistema lancia QuintoPuoi, prodotto dedicato a lavoratori e pensionati

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo