Quantcast

politica monetaria

Il Brasile taglia gli interessi sui prestiti bancari

Il Comitato di politica monetaria (Copom) della Banca Centrale ha tagliato il tasso di interesse di riferimento Selic dal 6 per cento al 5,5

Il Brasile taglia gli interessi sui prestiti bancari

Il Comitato di politica monetaria (Copom) della Banca Centrale del Brasile ha tagliato il tasso di interesse di riferimento Selic dal 6 per cento al 5,5. Il Copom ha approvato un secondo taglio di 50 punti base del tasso dopo il primo taglio di luglio. Il tasso Selic ha accumulato una diminuzione di 1 punto percentuale quest'anno e ha raggiunto un minimo storico come previsto dal mercato.

Recenti indicatori di attività economica, si legge su Adnkronos, segnalano la ripresa dell'economia brasiliana, ma sarà un processo graduale, ha sottolineato il Copom. Nel frattempo, la commissione ha avvertito di alcuni rischi e ha sottolineato l'importanza di promuovere le riforme economiche in Brasile.

"Copom ritiene che il processo di riforme e aggiustamenti nell'economia brasiliana ha fatto progressi, ma sottolinea che questo processo è essenziale per la discesa dei tassi di interesse strutturali e la ripresa economica sostenibile", ha concluso il comitato.

Cos'è il Selic. Si tratta del tasso d'interesse medio che il governo brasiliano paga per i prestiti concessi dalle banche quindi ha un'incidenza diretta sui finanziamenti ottenuti dalle persone. Più alta è il Selic, più costoso è il credito che gli istituti offrono ai consumatori.

Cos'è il Copom. Il Comitê de Política Monetária è un organo interno della Banca centrale brasiliana ed è composto dal presidente dell'istituto, Roberto Campos Neto (in foto),  e i suoi dirigenti. Il Copom definisce i livelli del Selic. 

leggi anche | La trade war e il futuro incerto dei BRIC

leggi anche | Allianz Global Wealth Report: Industrializzati e Emergenti mai così distanti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo