Quantcast

banche & consulenza

Una gara tra studenti universitari sull'open banking del futuro

A fine novembre 40 studenti neolaureati o laureandi misureranno i propri progetti nell'hackathon organizzato da Centrale Rischi Finanziari e Università degli Studi di Bologna. In palio 5mila euro

Una gara tra studenti universitari sull'open banking del futuro

Crif spinge sull'innovazione e lancia l'hackathon Open Banking Innovation. L'azienda di sistemi di informazioni creditizie, con il Patrocinio del Dipartimento di Informatica - Scienza e Ingegneria dell'Alma Mater Studiorum - Università di Bologna, coinvolgerà 40 studenti neolaureati o laureandi in corsi triennali o specialistici in ambito informatico dell'Ateneo.

La maratona si snoderà il 22 ed il 23 novembre in una no-stop di 24 ore a Palazzo di Varignana, alle porte di Bologna

La maratona si snoderà il 22 ed il 23 novembre in una no-stop di 24 ore a Palazzo di Varignana, alle porte di Bologna; i giovani partecipanti saranno divisi in team e, supportati dagli esperti di Crif Global Technologies, la divisione It di Crif, si metteranno alla prova per definire e risolvere un business case sul tema open banking.

leggi anche | HSBC lancia un'Api per istituzioni finanziarie

Alla squadra vincitrice, si legge su Adnkronos, "a insindacabile giudizio del comitato scientifico composto da Crif, professori dell'Università di Bologna e dai partner, sarà conferito un premio complessivo del valore di 5.000 euro". Durante la giornata conclusiva interverranno "ospiti prestigiosi del settore, che potranno essere di ispirazione ai giovani talenti" aggiunge Centrale Rischi Finanziari.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo