Truffe

Diamanti Idb, arriva (la prima) lista di clienti ammessi alla restituzione dei preziosi

La curatrice del fallimento, l'avvocato Maria Grazia Giampieretti, ha inviato ai diretti interessati le domande di restituzione dei diamanti che saranno sottoposte al giudice delegato nell’udienza del 21 ottobre prossimo per la firma dei provvedimenti di restituzione

diamante blu

Arriva l'evento tanto atteso dai clienti che acquistarono diamanti da Idb, poi sequestrati e successivamente dissequestrati dalla Procura milanese nell'ambito delle indagini per truffa. La curatrice del fallimento Intermarket Diamond Business Spa (Idb), l'avvocato Maria Grazia Giampieretti ha infatti stamane inviato agli interessati l’elenco delle domande di restituzione ai sensi dell’articolo 87 bis della Legge Fallimentare fino a oggi esaminate e accolte e che sarà sottoposto al giudice delegato Alida Paluchowski nell’udienza del 21 ottobre prossimo per la firma dei provvedimenti di restituzione.

Si tratta di un elenco composto da oltre 1.800 pagine dove sono riportati i nominativi dei titolari abbinati ai codici identificativi dei diamanti in custodia che la curatela ha riscontrato nella contabilità e nei caveaux della società fallita. Nonostante la notevole mole, l'elenco non è definitivo perché numerose domande sono ancora in corso di evasione.  E' infatti da ricordare come le istanze di rivendica, ossia di restituzione dei diamanti in custodia alla Idb al momento del Fallimento, sono a oggi oltre 19.000 (come rivelato da Investire, leggi qui) e tendono ad aumentare perché, ai sensi del citato articolo 87 bis, non vi sono termini di decadenza per chiedere la restituzione di beni in custodia. 

Chi ha presentato istanza di rivendica ma non è in elenco quindi non deve allarmarsi. Verrà resa nota, a mezzo pec e/o sul sito di Fallco (clicca qui), la nuova data dell’udienza in cui il Giudice Delegato firmerà gli ulteriori provvedimenti di restituzione. Nel medesimo sito  sono presenti tutte le informazioni e gli atti rilevanti della procedura. Le domande di ammissione al passivo inizieranno a essere esaminate a partire dal 5 novembre.

Sono anche in corso, come spiega nella comunicazione l'avvocato Giampieretti, trattative con gli istituti bancari coinvolti, Unicredit  e Banco Bpm, affinchè si facciano carico della restituzione dei diamanti attraverso modalità che verranno comunicate a tutti i clienti-titolari dei diamanti che avranno ottenuto il provvedimento di restituzione del giudice delegato. A quanto ci risulta gli istituti si stanno mostrando disponibili ad aiutare i clienti, oltre che il Fallimento, nel perseguire la via più agevole per tornare in possesso delle pietre.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo