fintech

"Transizione digitale, le banche rivedano i propri modelli operativi"

Il vice presidente di Abi, Bariatti, invita gli istituti di credito diversificare "le fonti di ricavo con una gamma più ampia di servizi alle imprese"

"Transizione digitale, le banche rivedano i  propri modelli operativi"

Stefania Bariatti, vice presidente di Abi

La rivoluzione digitale riguarda tutte le banche italiane che dovranno ''proseguire con gli sforzi di rinnovamento dei propri modelli operativi, rispondendo alle sfide poste dall'innovazione finanziaria e dalla digitalizzazione, che se da un lato, aprono alla concorrenza dei nuovi attori, offrono delle grandi opportunità''. Lo ha detto la vice presidente dell'Abi e vice presidente di Mps, Stefania Bariatti, durante la 51a Giornata del credito che si svolge oggi a Roma. 

''Tra queste, in particolare, una spinta decisa verso una maggiore efficienza e un adattamento dei modelli di business al nuovo contesto", dice Barlatti, come riportato da Adnkronos. "Così come una diversificazione delle fonti di ricavo attraverso l'offerta di una gamma più ampia di servizi alle imprese, utile a garantire una redditività sostenibile in un mercato caratterizzato da concorrenza crescente''.

Infine, non meno importante nell'ottica del futuro assetto della banche, ''vie è il tema delle regole, che giocano e giocheranno sempre più un ruolo sulla sostenibilità del modello di banca commerciale".

E ancora: "L'auspicio è che esse non vadano nella direzione di scoraggiare il business bancario tradizionale e regolamentato a vantaggio di attività speculative e di operatori al di fuori del circuito legale''.

leggi anche | Polizze e credito, svolta digitale tra opportunità e discriminazioni

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo