succede in borsa

L'ombrello sulla finanza italiana contro la tempesta Brexit

Anche l’Italia si attrezza in attesa dell’uscita della Gran Bretagna dall’Unione europea con interventi a tutela della controllata di Piazza Affari, Mts, il mercato di scambio di titoli di debito governativi

La finanza italiana prepara l'ombrello contro la tempesta Brexit

Anche l’Italia si attrezza in attesa dell’uscita della Gran Bretagna dall’Unione europea con interventi a tutela della controllata di Piazza Affari (in foto l'ad Raffaele Jerusalmi), Mts, il terzo mercato di scambio al mondo di titoli di debito governativi.

Nel 2018 la proprietà dell’Mts era stata trasferita dalle disponibilità del London Stock Exchange, a quelle di Mts spa. Stesso accorgimento per la piattaforma Elite Club Deal, trasformata in sim

Nessuna emergenza, scrive oggi Affari & Finanza di Repubblica, grazie al decreto Brexit dello scorso marzo, con cui l'esecutivo ha stabilito un periodo di moratoria di 18 mesi a garanzia della prosecuzione delle attività finanziarie.

Di Brexit si parla da tre anni, quindi non è mancato il tempo per farsi trovare preparati alla scissione economico-politica tra Regno Unito e Ue.

Nel 2018 la proprietà dell’Mts era stata trasferita dalle disponibilità della Piazza Affari britannica, il London Stock Exchange, a quelle di Mts spa. 

Stesso accorgimento per la piattaforma Elite Club Deal, trasformata in sim, e quindi sottoposta alla legislazione italiana e alla vigilanza Consob. Manca all’appello soltanto l’indice Ftse International di cui fa parte anche il Ftse Mib italiano, per il quale la procedura di trasferimento è in corso. 

Non solo. Il governo si è anche riservato il diritto di intervenire a tutela di quelli che il titolare del ministero delle Finanze, Roberto Gualtieri, ha definito “asset strategici”. Con il golden power, Palazzo Chigi avrà poteri speciali per reagire a eventuali acquisizioni estere di società italiane di interesse strategico nazionale.

sviluppi | 6 aprile: Listini positivi ma senza recupero, è il rimbalzo del gatto morto

leggi anche | Borsa Italiana, Messina contro l'ipotesi di poteri speciali al governo

Oltremanica le preoccupazioni sono ovviamente maggiori. Il governo di Boris Johnson ha parlato esplicitamente della necessità di mettere in salvo dalla concorrenza estera l’industria nazionale dell’asset management, che con i suoi 38mila dipendenti e i suoi 8,1 trilioni di sterline di aum rappresenta il mercato più grande dell’intero Continente. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo