succede in borsa

Integrae Sim, i segreti del Nomad leader nelle Ipo delle Pmi

Tre aree distinte che lavorano su binari autonomi per accompagnare le aziende clienti alla quotazione a Piazza Affari

Integrae Sim, i segreti del Nomad leader nelle Ipo delle Pmi

Quattro Ipo sull’Aim in nove mesi: un dato che ribadisce la leadership di Integrae Sim nel mercato dei Nomad e dunque nel promettente scenario delle piccole e medie imprese italiane che decidono di aprirsi agli investimenti. L’ultima è stata effettuata a fine settembre, con un risultato lusinghieri: il collocamento di 2.300.000 azioni ordinarie di Websolute - digital company italiane attiva nei settori della comunicazione e tecnologia digitale e del digital marketing e commerce collocate - a un prezzo unitario pari a 1,5 euro per azione, pari a 3,5 milioni incassati. La domanda di azioni è stata tripla rispetto all’offerta.

L’ultima delle quattro Ipo sull'Aim effettuate da Integrae Sim è stata effettuata a fine settembre, con un risultato lusinghieri: il collocamento di 2.300.000 azioni ordinarie di Websolute

Ma questa o quella quotazione vincente non basta, pur essendo molto apprezzabile, a fugare qualche ombra allungata sull’Aim Italia, nella sua storia recente, da alcuni episodi critici che sarebbe stato molto meglio evitare. 

C’è un modo sensato per costruire sui successi dell’Aim e superarne le problematiche che hanno determinato questi e altri inciampi?

Una risposta va cercata nel modello organizzativo di quella figura chiave che sono le società che svolgono la funzione di Nomad, cui di fatto oggi l’ordinamento demanda in via privatistica una serie di presidi sostanziali che nel mercato azionario maggiore sono prerogativa pubblica.

Ed ha senso studiare l’impostazione produttiva e organizzativa seguita appunto da Integrae, leader di mercato per operazioni effettuate e finora mai lambita da polemiche o tantomeno infortuni. Ebbene,un Nomad come Integrae ha strutturato la propria attività in tre aree distinte e ben separate che convergono sullo scopo sociale di accompagnare società all’Aim ma lavorando su binari autonomi.

C’è il team del corporate finance con i key-executive; la divisione ricerche; e la divisione equity-sales e trading. Inoltre il vertice aziendale non si limita al coordinamento ma prende parte attiva alle operation e ne controlla dunque la corretta organizzazione.

La tripartizione delle funzioni garantisce l’integrità e la professionalità dei processi. Come accade nelle grandi banche d’affari globali. E come serve per creare una scuola professionale che, oltretutto, sappia formare e trattenere talenti. Chi non ha in casa l’attività di equity sales e trading o la ricerca azionaria può naturalmente praticare prezzi più bassi alle società clienti (i.e. le quotande), il che peraltro stressa il mercato di questi servizi, rischiando di non assistere in modo ottimale le aziende nell’impegnativo percorso sul mercato dei capitali. è come vendere un’auto senza airbag, freni a disco, abs eccetera: per andare va, ma alla prima curva rischia il fuoristrada.

L’Aim Italia sta diventando adulto e per questo è importante che gli imprenditori si affidino a strutture che abbiano al loro interno tutte le funzioni e dunque le competenze necessarie per assisterli al meglio, appunto le tre divisioni opportunamente indipendenti l’una dall’altra e separate dalle famose “muraglie cinesi” che garantiscono quest’indipendenza.

"Oltretutto, questo approccio integrale al mercato", spiega Luigi Giannotta (in foto), direttore generale e fondatore di Integrae Sim, "è quello che ci ha suggerito il nome da dare alla nostra azienda quando abbiamo iniziato, richiamando insieme la scelta dell’integrità etica".

"E il concetto di essere integri", conclude con un sorriso Francesco D’Antonio, responsabile del corporate finance di Integrae Sim, "richiama anche la capacità di essere sopravvissuti indenni alle crisi finanziarie anche meno recenti".

*articolo pubblicato su Investire di ottobre

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo