asset management

Vanguard riduce le commissioni di 11 Etf italiani

la casa di investimento statunitense annuncia la riduzione delle commissioni sui propri ETF disponibili agli investitori europei. Per quanto riguarda Piazza Affari, l'intervento toccherà 11 fondi

 Sean Hagerty, head of Vanguard Europe

Sean Hagerty, head of Vanguard Europe

Vanguard annuncia la riduzione delle commissioni sui propri ETF disponibili agli investitori europei. Per l’Italia, nello specifico, la casa di investimento statunitense ha ridotto i costi di 11 fondi quotati a Piazza Affari. La riduzione delle commissioni è guidata dall’impegno di Vanguard nell’offrire agli investitori il miglior rapporto qualità-prezzo nell’ambito della gestione degli investimenti.

Vanguard è la seconda società di gestione a livello globale, con un patrimonio pari a 5.200 miliardi di euro (dato al 30 settembre 2019). Il valore medio delle spese correnti (TER) degli 11 ETF oggetto dell’adeguamento sarà pari allo 0,12%.
 
“Per molto tempo, gli investitori hanno ricevuto un servizio di gestione complesso, pagando costi elevati", commenta Sean Hagerty, head of Vanguard Europe. "Dal 1975, Vanguard è stata sempre all’avanguardia nell’offrire agli investitori soluzioni eque, a valore aggiunto, semplici e di alta qualità. È tuttavia necessario andare oltre per far sì che gli investitori comprendano l’impatto dei costi sui rendimenti degli investimenti.

"Esiste ancora l’idea errata che quanto più si paga per un investimento, tanto più esso debba performare in termini di rendimento. In realtà, i costi hanno un impatto concreto sui ritorni e ogni euro pagato in commissioni è semplicemente un euro in meno di rendimento potenziale. Gli investitori non possono controllare i mercati finanziari, ma possono sicuramente controllare i costi che pagano”, conclude.

leggi anche | Invesco riduce le commissioni di due Etf obbligazionari
 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo