succede in borsa

Capitale Mediobanca: sale Del Vecchio, giù Bollorè

L'assemblea degli stakeholders, iniziata in mattinata, vede la presenza del 65,2% del capitale sociale. La partecipazione del patron di Luxottica passa al 7,52%, Bollorè scende al 6,73%

Luxottica, il socio Lgim vuole l'allargamento del cda

Leonardo Del Vecchio, fondatore e presidente di Luxottica

I riflettori di questa giornata in Piazza Affari, reduce dalla conferma del rating "BBB" per l'Italia da parte dell'agenzia Standard & Poor's di venerdì scorso, sono accesi sul titolo di Mediobanca, impegnata con un'assemblea dei soci alle prese con le mosse del patron di Luxottica, Leonardo Del Vecchio, che ha acquistato titoli e che non ritiene sfruttate in modo adeguato
le potenzialità dell'istituto.

L'assemblea degli stakeholders, iniziata in mattinata, vede la presenza del 65,2% del capitale sociale e fra i punti all'ordine del giorno ci sono l'approvazione del bilancio al 30 giugno 2019; la relazione del consiglio di amministrazione e della società di revisione; la relazione del collegio sindacale; le politiche di remunerazione e di incentivazione del personale; e l'aggiornamento del piano di performance shares.

La compagine societaria del gruppo della banca d'affari è mutata con Del Vecchio passato dal 6,94% al 7,52% del capitale sociale; notizia acquisita dagli azionisti in apertura di assemblea. Cede spazio, invece, il presidente del cda di holding HavasVincent Bolloré (in foto), sceso dal 7,85% al 6,73%. Invariate le quote di Unicredit (8,81%), Blackrock (4,98%) e Mediolanum (3,28%).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo