Quantcast

banche & conti

Credito Fondiario-Banca Ifis, salta l'accordo sugli Npl

La decisione è stata presa ieri dal cda dell'istituto guidato dal direttore generale Iacopo De Francisco. Il motivo è sono "le difficoltà incontrate nel definire un accordo strategico soddisfacente"

Iacopo De Francisco, direttore generale Credito Fondiario

Iacopo De Francisco, direttore generale Credito Fondiario

Al termine del consiglio di amministrazione di ieri, Credito Fondiario informa che non sarà dato seguito alle trattative in corso con Banca Ifis per un’alleanza nel settore dello special servicing di portafogli di Npl

Questa decisione è stata presa alla luce delle difficoltà incontrate nel definire un accordo strategico soddisfacente per Credito Fondiario e la controparte sul fronte degli assetti di governance della piattaforma oggetto di un eventuale accordo. 

“Restiamo convinti delle opportunità di consolidamento che il settore del servicing in Italia in questo momento offre", commenta Iacopo De Francisco, direttore generale di Credito Fondiario. "Continueremo a proporci come soggetto aggregante con un ruolo attivo sul mercato, finalizzato anche a realizzare accordi con altri operatori nel settore del debt servicing e del debt purchasing. Allo stesso modo, rimane oggetto di attenta valutazione l’opportunità di portare Credito Fondiario in Borsa per accelerare ulteriormente il percorso di crescita della Banca”. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo