economia reale

Credem raggiunge i 2,5 miliardi di euro erogati alle Pmi

Attraverso i suoi centri small business, l'istituto di credito ha distribuito 900 milioni di euro di mutui, oltre 500 milioni di euro di leasing e più di 1,1 miliardi di euro di operazioni di factoring

Credem raggiunge i 2,5 miliardi di euro erogati alle Pmi

Oltre 8 mila nuovi clienti e 2,5 miliardi di euro tra mutui, leasing e factoring a sostegno dei progetti di crescita delle piccole e medie imprese italiane. Sono questi i principali risultati raggiunti nei primi due anni e mezzo di attività dalla struttura dedicata alle imprese con un fatturato fino a cinque milioni di euro guidata dal responsabile Gabriele Decò avviata ad inizio 2017 da Credem, tra i principali e più solidi gruppi bancari italiani. 

Ad oggi sono attivi in tutta Italia 55 centri small business, che si affiancano alle filiali e ai centri per le imprese di maggiori dimensioni, in cui operano 500 persone

Ad oggi sono attivi in tutta Italia 55 centri small business, che si affiancano alle filiali e ai centri per le imprese di maggiori dimensioni, in cui operano 500 persone specializzate nell’erogazione di servizi alle piccole imprese.

Nel dettaglio, dal 2017 i centri small business Credem hanno raggiunto circa 8.400 nuovi clienti, sostenuto la crescita delle imprese clienti con oltre 900 milioni di euro di mutui, oltre 500 milioni di euro di leasing e più di 1,1 miliardi di euro di operazioni di factoring.

Forte focus è stato dedicato anche all’evoluzione digitale delle imprese ed oggi l’86% delle Pmi clienti dell’istituto ha accesso ai servizi della banca virtuale ed il 92% delle transazioni si svolge su canali digitali.  

“Dopo due anni e mezzo dal battesimo della nuova struttura”, dice Decò (in foto), “i nostri clienti ci dicono che abbiamo vinto la scommessa. Quando nel 2017 abbiamo progettato una struttura dedicata alle Pmi ci siamo posti l’obiettivo di essere al loro fianco per supportare le loro scelte di investimento”.

Il modello di servizio offerto da Credem alle piccole e medie imprese è basato sui centro small Business in cui ogni impresa ha un suo professionista dedicato. Per continuare ad offrire un servizio di eccellenza sono stati inoltre effettuati importanti investimenti sulla formazione delle persone.

leggi anche | Confesercenti: Persi 272 miliardi di credito alle imprese

In particolare, dal 2017 ogni gestore ha effettuato oltre otto ore di formazione professionale per aggiornare le proprie competenze. I gestori delle piccole imprese sono inoltre affiancati da specialisti, figure chiave per affrontare operazioni complesse su commercio estero, leasing, factoring, welfare per dipendenti e soci, protezione dell’azienda e servizi digitali, accesso agli strumenti di finanza agevolata.

Nel 2019 i servizi di Credem alle Pmi si sono ulteriormente ampliati a servizi giudicati chiave dai clienti: il noleggio a lungo termine fornito da Credemleasing, che arricchisce le soluzioni di mobilità per le Pmi, la fatturazione elettronica che è integrata nel servizio di internet banking e permette così all’impresa di gestire con un unico strumento sia la fase di fatturazione sia quella di pagamento.

“Nel 2019 la collaudata collaborazione con il Fondo europeo per gli investimenti (Fei) ci ha inoltre permesso di attivare dei sostegni specifici al settore agricolo e agroalimentare", specifica Decò. "Ora lavoriamo per rendere ancora più semplice l’accesso alla consulenza dei nostri gestori, aggiungendo a mail e telefono la consulenza in video-call: questo permetterà agli imprenditori di minimizzare il loro spostamenti e costi di avere accesso a tutte le professionalità della banca con un click”.  

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo