fintech | survey accenture

Sui pagamenti digitali le banche si giocano una partita da 280 miliardi

Per gli istituti di credito europei è in ballo il 20% dei ricavi provenienti dalle transazioni. A livello globale la percentuale dei ricavi a rischio è del 15%. I numeri dell'indagine

Sui Pagamenti digitali, le banche si giocano una partita da 280 miliardi

Con una crescita annua del 6% circa delle entrate dei pagamenti globali ci sono circa 500 miliardi di dollari di entrate da pagamenti incrementali in palio. È una delle cifre contenute nell'indagine Accenture Global Payments Pulse Survey 2019 che la società di consulenze Accenture ha realizzato sugli effetti dei pagamenti digitali sulle casse degli istituti di credito europei. E le prospettive per i banchieri non sono rosee. 

Il report si basa su 240 interviste ad altrettanti dirigenti di pagamenti al dettaglio e aziendali delle più grandi banche, operanti 23 mercati. 

Tra gli intervistati il 69% aspira a vendere dati non ancora elaborati e interpretati entro tre anni; il 18% vede nel rafforzamento della sicurezza delle operazioni di pagamento al dettaglio la priorità principale per le banche; il 17% considera la promozione dell'innovazione tramite unità di incubazione interne la principale priorità.

Entro 2025 è previsto un incremento delle transazioni senza contanti del 5% offrendo alle banche che operano nel settore la possibilità di

Il 69% dei manager intervistati aspira a vendere dati non ancora elaborati entro tre anni; il 18% vede nel rafforzamento della sicurezza delle operazioni una priorità

guadagnare 500 miliardi di dollari. Ma per riuscirci sarà necessario che il settore adottai modelli di business innovativi.

Eppure, nonostante le buone intenzioni e i giusti presupposti espressi dai manager bancari intervistati, secondo la survey della multinazionale, le banche europee rischiano di perdere il 20% dei ricavi provenienti dai pagamenti. A livello globale la percentuale dei ricavi a rischio è del 15%, pari 280 miliardi di dollari

Il pericolo maggiore arriva proprio dalla crescita delle transazioni digitali e della concorrenza degli altri player presenti sul mercato. Accenture avalla le previsioni secondo cui le entrate dei pagamenti globali sono destinate a crescere ad un tasso annuale del 5,5% raggiungendo così i 2 trilioni di dollari nei prossimi sei anni.

Di questa enorme massa denaro, si legge nell'indagine, i pagamenti dei consumatori rappresentano il 58%, percentuale che crescerà di 5,1 punti entro il 2025. Il restante 42% è composto dalle transazioni del settore corporate che, si prevede, cresceranno del 6,1%.

leggi anche | Bankitalia: "Bene gli incentivi ai pagamenti digitali"

leggi anche | Digitale, Bariatti (Abi): "Le banche rivedano i propri modelli operativi"

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo