conti 2019

Deflussi Kairos, Julius Baer annuncia un buy-back a tre cifre

La banca elvetica è pronta per un programma di riacquisto di azioni proprie fino a 400 milioni di franchi per tamponare i deflussi dai fondi della filiale italiana

Deflussi Kairos, Julius Baer annuncia un buy-back a tre cifre

Fabrizio RIndi, presidente e amministratore delegato ad interim di Kairos (gruppo Julius Baer)

Julius Ber continua a subire la performance negativa della filiale italiana Kairos sgr, che registra un'emorragia di fondi. Tuttavia, si legge su Adnkronos, la banca ha più che compensato i deflussi di cassa e ha annunciato un programma di riacquisto di azioni proprie fino a 400 milioni di franchi.

Alla fine di ottobre, gli attivi in gestione ammontavano a 422 miliardi, un importo più o meno in linea con le aspettative. La crescita del volume nei primi dieci mesi dell'anno è stata del 10%, afferma in un comunicato la banca elvetica. Le entrate nette di denaro sono state inferiori del 3% su base annua, di molto sotto le previsioni degli analisti.

Nel comunicato stampa, il gruppo elvetico precisa che questo risultato è dovuto ai problemi di Kairos, ma che i clienti con sede in Asia, Europa e Medio Oriente hanno compensato l'effetto negativo. 

Oltre al programma di riacquisto di azioni proprie con un limite massimo di 400 milioni di franchi programmato da mercoledì fino al febbraio 2021, Julius Baer ha avviato il rilancio della controllata Kairos, con la nomina a chief operating officer di un suo manager, Loris Vallone (in foto). La sgr, attualmente guidata ad interim dal suo presidente, Fabrizio Rindiha lanciato due fondi tematici, a cui se ne aggiungerà un terzo a gennaio 2020. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo