asset management

Gsam debutta su ETFplus con i suoi primi tre fondi passivi europei

Due dei fondi passivi lanciati oggi sono dedicati all'azionario. Il terzo investe nell'obbligazionario cinese: "un mercato che vedrà una quantità di capitali mai vista", ha detto l'head degli Etf europei di Gsam

Da sinistra Pietro Poletto (Borsa Italiana), Loredana La Pace (Gsam Italia) e Peter Thompson (responsabile degli Etf europei di Gsam)

Da sinistra Pietro Poletto (Borsa Italiana), Loredana La Pace (Gsam Italia) e Peter Thompson (responsabile degli Etf europei di Gsam)

Oggi è stato il giorno del debutto in Piazza Affari per i prodotti passivi di Goldman Sachs Asset Management (Gsam) che ha presentato i suoi primi tre Etf quotati sul mercato italiano. Un debutto che segue a quello in Europa di settembre. Due dei nuovi echange traded fund del gruppo sono dedicati all'azionario, il terzo è esposto sulle obbligazioni. 

Presenti al lancio: la country head Italia di Gsam, Loredana La Pace (in foto); Pietro Poletto, global head of fixed income products e co-head of equity, funds & fixed income, secondary markets, di Borsa Italiana; e il responsabile degli Etf europei dell'asset manager statunitense, Peter Thompson

Gsam ha iniziato a offrire Etf negli Stati Uniti a settembre 2015 e ora conta 19 Etf negli Stati Uniti, con aum superiori ai 14 miliardi di dollari. Cifre che si inseriscono in un monte globale di masse gestite dai prodotti passivi che ormai tocca i 3 trilioni di dollari, di cui 1 sul mercato europeo.

"È vero", ha detto Thompson, "siamo arrivati un po' in ritardo, ma gli spazi da conquistare sono ancora ampi". E per impattare sul settore dei prodotti indicizzati, Goldman Sachs sa bene di avere bisogno di cambiare. "Lo sta facendo", ha commentato il responsabile Etf di Gsam, "e lo dimostra, ad esempio, con la maggiore attenzione che oggi dedica alla clientela retail". 

Che il mercato dei passivi sia ancora una prateria da esplorare, in particolare nelle borse europee, lo dimostra il recente ingresso dei titoli cinesi nei listini americani: carburante che alimenterà molto l'industria finanziaria. "Il capitale che verrà investito nei prossimi 20 anni sul mercato cinese avrà dimensioni mai viste. Siamo davanti a un mercato importantissimo per il fixed income", ha aggiunto il manager. "I nostri clienti di tutto il mondo richiedono maggiore diversificazione all’interno dei loro portafogli e siamo soddisfatti di aver completato la nostra attuale gamma di fondi includendo anche gli Etf", ha commentato la country head.

"Questi strumenti, importanti sia per la clientela retail che per quella istituzionale, rappresentano un significativo miglioramento del nostro range di prodotti a livello internazionale".

“Goldman Sachs Am il ventunesimo emittente sul mercato ETFplus di Borsa Italiana", ha aggiunto il padrone di casa, Pietro Poletto. "L’arrivo in Italia di Gsam conferma la centralità e la continua crescita di ETFplus nel contesto economico internazionale, con un aum che ha recentemente raggiunto il nuovo record di 83,50 miliardi di euro”.

leggi anche | 2019, un anno da record per ETFplus

Ecco i particolari dei tre fondi lanciati oggi su Borsa Italiana e già quotati sul London Stock Exchange:  

  1. Goldman Sachs ActiveBeta U.S. Large Cap Equity UCITS ETF (ticker: GSLC). Questo fondo è la versione europea del principale Etf lanciato con successo da Goldman Sachs sul mercato statunitense: con aum di oltre 6,5 miliardi di dollari questo prodotto è attualmente il più grande Etf azionario multifattoriale a livello mondiale. Il nuovo Etf mira a fornire un migliore profilo di rischio/rendimento lungo un intero ciclo di investimento rispetto ai tradizionali indici ponderati per la capitalizzazione di mercato.
  2. Goldman Sachs Access China Government Bond UCITS ETF (ticker: Cbnd). Con l’obiettivo di semplificare l’accesso al mercato obbligazionario cinese, l’Etf utilizza Bond Connect, il nuovo sistema di accesso a tale mercato, dedicato agli investitori che intendono ottenere un’esposizione al mercato obbligazionario cinese. Il Goldman Sachs Access China Government Bond Ucits Etf mira a offrire agli investitori un'esposizione efficiente alle obbligazioni cinesi attraverso un ETF, strumento che può fornire ulteriore liquidità e maggiore trasparenza rispetto all’investimento diretto nei titoli obbligazionari sottostanti. 
  3. Goldman Sachs ActiveBeta® Emerging Markets Equity UCITS ETF (ticker: Gsem Ln). Il fondo replicherà l’indice proprietario di Gsam, ovvero il Goldman Sachs ActiveBeta Emerging Markets Equity Index, offrendo la stessa esposizione dell’Età di Gsam già quotato negli Stati Uniti. Gsem Ln mira a offrire una crescita del capitale di lungo periodo attraverso l’esposizione a società di elevata qualità attive nei mercati emergenti.

Nel prossimi sei mesi l'azienda di asset management di Goldman Sachs continuerà ad ampliare la propria offerta di fondi Etf europei, fornendo accesso a un'ampia gamma di mercati, asset class e stili di investimento, basandosi su strategie sviluppate in-house.

Gli Etf sono stati concepiti come complementari alla gamma di fondi attivi di Gsam e possono essere combinati tra loro o utilizzati all’interno di portafogli più ampi e diversificati, al fine di aiutare i clienti a ottimizzare e semplificare gli investimenti già in essere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo