prodotti passivi

Franklin Templeton accordo con Directa e BinckBank per gli Etf a zero fee

L'azienda ha siglato accordi con le due piattaforme di negoziazione per distribuire gli Etf della gamma Franklin LibertySharesTM4. Gli accordi sono “zero fees”, perché non prevedono costi di negoziazione per operazioni di un controvalore minimo di 1.000 euro

Franklin Templeton accordo con Directa e BinckBank per gli Etf a zero fee

Franklin Templeton ha siglato accordi con le piattaforme di negoziazione Directa e BinckBank per distribuire gli Etf della gamma Franklin LibertySharesTM4. Questi accordi di distribuzione consentono agli investitori retail italiani di accedere ai 14 Etf della gamma Franklin LibertySharesTM, che sono quotati alla Borsa Italiana, attraverso le piattaforme online di BinckBank e Directa senza costi di negoziazione per operazioni di un controvalore minimo di 1.000 euro. Queste collaborazioni della durata di un anno sono entrate in vigore in ottobre 2019 e non riguardano le operazioni di vendita.

L’efficacia dei costi degli Etf è ben riconosciuta. Nella loro valutazione globale, è, tuttavia, importante tenere conto dei costi di negoziazione (Demis Todeschini, Franklin Templeton)

"Nella nostra offerta Etf differenziata, cerchiamo anche di soddisfare le esigenze della nostra clientela retail", dice Demis Todeschini, Etf Sales Specialist per l’Italia dell'azienda di investimenti statunitense, "implementando soluzioni e misure pensate proprio per questa tipologia di investitori che ricercano soluzioni sempre più strategiche nella definizione di un portafoglio diversificato e nell’ottimizzazione della struttura dei costi delle soluzioni di investimento scelte. Questo spiega la nascita delle collaborazioni con Directa e BinckBank”.

Questi 14 Etf sono prodotti passivi a reddito fisso, gestiti attivamente e smart beta. Le strategie offrono commissioni competitive e presentano caratteristiche uniche quali esposizione a green bonds e Esg (Franklin Liberty Euro Green Bond Units Etf e Franklin LibertyQ Global Equity SRI UCITS ETF) come pure accesso ai mercati emergenti (Franklin Ftse Brazil Ucits Etf, Franklin Ftse China Ucits Etf, Franklin Ftse Korea Ucits, Franklin Ftse India Ucits Etf and Franklin LibertyQ Emerging Markets Ucits Etf).

“L’efficacia dei costi degli Etf è ben riconosciuta. Nella loro valutazione globale, è, tuttavia, importante tenere conto dei costi di negoziazione pagati a una banca o a un broker che elabora la transazione, che di solito varia tra gli intermediari ed in base a determinate circostanze degli investitori", aggiunge Todeschini. "Consideriamo gli Etf un'area chiave di crescita per il futuro e perseguiremo ulteriori iniziative simili con altri operatori del mercato al fine di raggiungere quanti più investitori possibile".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo