banche & conti

Carige cede 1 miliardo netto di Npl ad Amco

L'accordo avrà validità solo dopo che la banca avrà provveduto all'aumento di capitale annunciato. Amco ha presentato anche una seconda offerta di acquisto di un altro portafoglio da 1,2 miliardi

A Roma un aggiornamento su crediti deteriorati e Npl

Rimessa in carreggiata da un'operazione di salvataggio molto sofferta, con il proprio titolo ancora sospeso in Piazza Affari, Carige avvia un'operazione che mette mano ai crediti deteriorati presenti in bilancio, tra le principali cause della sua recente crisi. L'istituto di credito cede, infatti, un portafoglio di Npl da 1 miliardo di euro netti ad Amco, società italiana specializzata nel settore. Una transazione sottoposta a molte condizioni per avere reale efficacia.

''L'operazione prevede l'acquisto pro-soluto di un portafoglio di crediti deteriorati per un valore lordo di bilancio di circa 2,8 miliardi di euro composto per circa il 60% da posizioni classificate come unlikely to pay (Utp), inclusi alcuni rilevanti single name, e per la parte rimanente da sofferenze''. Lo precisa la stessa Amco con un comunicato che chiarisce le condizioni da cui dipende l'efficacia dell'acquisto.

La cessione dei crediti è stata descritta al mercato nella relazione illustrativa dei commissari straordinari della banca - Fabio Innocenzi, Pietro Modiano e Raffaele Lener (in foto) - presentata all'assemblea dei soci il 20 settembre 2019 e nel prospetto pubblicato in relazione all'aumento di capitale approvato dall'assemblea.

''Il prezzo complessivo dell'operazione", continua la società di recupero e gestione di crediti deteriorati, "è di circa 1 miliardo di euro e sarà regolato nei termini e alle condizioni specificati nella descrizione degli accordi che intercorrono fra le parti".

"L'efficacia dei contratti di cessione", continua Amco, "(uno relativo al portafoglio leasing ed uno relativo alla restante parte del portafoglio oggetto di cessione), sottoscritti tra Amco e Banca Carige il 15 e 16 novembre, è condizionata all'avvenuto perfezionamento dell'aumento di capitale della Banca. Banca d'Italia ha rilasciato ad Amco l'autorizzazione a procedere alla transazione''.

Il trasferimento del ''portafoglio leasing'' incluso nel perimetro di cessione è ''soggetto all'avveramento di alcune condizioni sospensive, atteso per il 2020.

Alla cessione di oggi se ne potrebbe aggiungere a breve anche un'altra. Amco ha infatti presentato un'offerta, che potrà essere accettata da Banca Carige entro la fine di febbraio, per la concessione di una protezione in forma sintetica di una porzione di rischio su un portafoglio creditizio performing caratterizzato da maggior rischio (c.d. high risk portfolio) di circa euro 1,2 miliardi. La garanzia potrà essere perfezionata entro il 31 marzo 2020 ed avrà durata di 5 anni, a fronte del pagamento da parte di Banca Carige di premi trimestrali'', scrive l'azienda nella nota ripresa da Adnkronos.

L'offerta prevede altresì che ''Amco gestisca in qualità di servicer le posizioni incluse nell'high risk portfolio che fossero
riclassificate come Npe sulla base di un contratto che sarà definito fra le parti. Amco, in qualità di full-service credit management company, propone una gestione dei crediti Utp orientata a favorire la continuità aziendale e il rilancio industriale delle imprese. A conclusione dell'operazione, gli asset under management di Amco aumenteranno da 20,6 miliardi di euro a 23,6 miliardi di euro, creando così economie di scala nella gestione degli attivi''.

Insomma, per Carige la tempesta non è ancora alle spalle. Il prospetto dell'istituto, infatti, evidenzia un alto rischio di "illiquidità delle azioni": i piccoli azionisti che possedevano le azioni quotate potrebbero non avere più mercato perché il titolo, sospeso dal 2 gennaio 2019, potrebbe non essere più riammesso in Borsa. Serve un flottante superiore al 10%, ovvero serve che gli azionisti retail (compreso Vittorio Malacalza) sottoscrivano in tutto o in parte la loro quota. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo