scenari | pimco

Usa, dieci anni di espansione a tripla B

"Questa festa del Ringraziamento è stata l'undicesima dall'inizio dell'attuale espansione economica degli Stati Uniti, la più lunga di sempre ma anche la più precaria". L'analisi di Joachim Fels

Usa, dieci anni di espansione a tripla B

Confesso che il mio Giorno del Ringraziamento non è stato molto americano. Ok, la famiglia era coinvolta, ma eravamo solo in due - uno dei nostri quattro figli vive a San Francisco (gli altri vivono in Europa) ed è venuto a trovarmi a Newport Beach per le vacanze". L'analisi di Joachim Fels, global economic advisor di Pimco.

Tuttavia, non avevamo né il tacchino, né discutevamo di politica americana, né guardavamo il football americano in Tv. Piuttosto, siamo stati incollati per la prima volta al mio iPad ad applaudire la nostra squadra di calcio (europea) Eintracht Frankfurt per una vittoria in trasferta a sorpresa sull'Arsenal in Europa League.

Poi ci siamo goduti un lungo pranzo in un barbeque coreano all'interno di un anonimo centro commerciale a Irvine. Tutto sommato, è stata una giornata perfetta.

Questa festa del Ringraziamento è stata l'undicesima dall'inizio dell'attuale espansione economica degli Stati Uniti, la più lunga di sempre dallo scorso luglio, quando ha superato quella di 120 mesi registrata tra il 1991 e il 2001.

Tuttavia, a seguito di un periodo di forte angoscia e di recessione durante l'estate, la maggior parte degli investitori sembra aver concluso che, escludendo alcuni fulmini, questa lunga espansione ha almeno un altro Ringraziamento da celebrare: l'S & P 500 è aumentato di circa il 10% dall'inizio di agosto, la curva dei rendimenti non è più invertita e i rendimenti del Tesoro sono aumentati di 35 punti base rispetto ai minimi registrati per tre mesi. I mercati si stanno chiaramente giocando il tema dell'atterraggio morbido su una pista estesa. Hanno ragione nel farlo?

Nel rispondere a questa domanda, non ripeterò i tre motivi di cautela riguardo alle prospettive a breve termine per l'economia e i mercati che ho spiegato due settimane fa: il probabile ulteriore rallentamento della crescita economica degli Stati Uniti per arrestare la velocità nei prossimi due trimestri; la possibilità che la politica della Fed rimanga restrittiva anche dopo i tre tagli dei tassi quest'anno; e la fragilità della tregua commerciale tra Stati Uniti e Cina.

Piuttosto, diamo un'occhiata alle caratteristiche che hanno reso l'attuale espansione economica il più lungo mai registrato e chiediamo se possono essere date per scontate a medio termine.

La lunga ombra del precedente boom immobiliare e creditizio ha fatto sì che le famiglie, negli ultimi dieci anni, abbiano mantenuto basso l'indebitamento e continuassero a risparmiare

Da notare, questa espansione economica degli Stati Uniti lunga dieci anni è stata più debole della maggior parte delle precedenti. Nei suoi primi anni, ho iniziato a chiamarla un'espansione a tripla B, a intermittenza, al di sotto della media e fragile. Questo è ciò che ha continuato ad essere fino ad oggi.

Non solo la crescita è stata al di sotto della media: l'inflazione è rimasta bloccata al di sotto dell'obiettivo della Fed per la maggior parte del decennio, nonostante un calo del tasso di disoccupazione a un minimo di 50 anni, con l'ultima lettura (ottobre) dell'inflazione core Pce pubblicata la scorsa settimana all'1,6% anno su anno.

Quindi, come potrebbe un'espansione a tripla B che in realtà ha affrontato un paio di quasi morti nell'ultimo decennio diventare il record più lungo? A mio avviso, tre funzioni hanno svolto un ruolo importante.

In primo luogo, la lunga ombra del precedente ciclo del boom immobiliare e creditizio ha fatto sì che le famiglie, negli ultimi dieci anni, mantenessero basso l'indebitamento e continuassero a risparmiare, evitando così gli eccessi di spesa che avrebbero richiesto una correzione. In effetti, il tasso di risparmio personale, che era sceso a circa zero prima dell'ultima recessione, si attesta attualmente all'8% circa del reddito disponibile.

Mentre le famiglie hanno rallentato l'espansione, il settore delle imprese è cresciuto sfruttando i tassi di interesse bassissimi. Contrariamente al boom della fine degli anni '90, le società non si sono indebitate e hanno preferito ricorrere al riacquisto di azioni e / o impegnarsi in fusioni e acquisizioni.

Sebbene l'elevata leva finanziaria delle società sia un'importante vulnerabilità che potrebbe esacerbare una recessione economica causata da altri shock, è improbabile che si tratti di un fattore scatenante autonomo per una recessione. Nel complesso, questa espansione è stata finora caratterizzata da una salutare assenza sia di consumi eccessivi che di investimenti eccessivi, il che aiuta a spiegarne la longevità.

In secondo luogo, l'espansione globale nell'ultimo decennio è stata notevolmente irregolare e di natura asincrona. Non molto tempo dopo una forte ripresa globale in uscita dalla Grande recessione del 2008-2009, l'area dell'euro ha attraversato una crisi e una nuova recessione.

Quindi, verso la metà del decennio, molte economie dei mercati emergenti hanno subito una recessione. Più recentemente, il rallentamento in Cina e in Europa dall'inizio del 2018 ha fornito un contrappeso alla spinta fiscale e alla crescita degli Stati Uniti. Questi trascinamenti globali hanno contribuito a prevenire un potenziale surriscaldamento dell'economia statunitense e hanno quindi prolungato l'espansione.

La terza caratteristica distintiva di questa espansione è che ogni volta che l'economia era a rischio di scivolare in una recessione, la Fed era in attesa di aggiungere ulteriori stimoli - inizialmente sotto forma di QE2 e QE3, in seguito inserendo una serie di aumenti dei tassi pianificati sul backburner durante la maggior parte del 2015 e poi, dopo un primo aumento nel dicembre 2015, ancora durante la maggior parte del 2016.

E quest'anno, la Fed ha completamente invertito la rotta tagliando i tassi tre volte ed espandendo nuovamente il saldo. Ciò che ha reso possibile il sostegno della Fed è stato che non vi era alcun conflitto con l'obiettivo di inflazione - al contrario, praticamente ogni operazione di allentamento monetario durante questa espansione era giustificata non solo dai rischi di recessione, ma anche perché

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo