fondi & sostenibilità

La Française Am lancia una nuova strategia sulla transizione energetica

Il fondo, con scadenza nel 2026, segue una strategia low-carbon target e punterà su titoli i cui emessi da aziende che avranno superato lo screening Esg basato sul modello proprietario Inflection Point

La Française Am lancia una nuova strategia sulla transizione energetica

Gli accordi di Parigi puntano a mantenere l’aumento della temperatura globale nel lungo termine ben al di sotto del tetto dei 2 gradi centigradi rispetto ai livelli pre-industriali. In qualità di membro responsabile dell’industria finanziaria, La Française mira a partecipare agli sforzi per indirizzare capitali verso il finanziamento della transizione energetica e della riduzione delle emissioni di gas serra.

In questo contesto, caratterizzato peraltro da uno scenario di bassi tassi di interesse, il gestore patrimoniale lancia La Française Carbon Impact 2026, un fondo a scadenza con strategia low-carbon. Questa nuova soluzione si basa su due delle storiche expertise del gruppo – gli investimenti responsabili e la gestione di fondi a scadenza.

A fronte delle sfide storiche poste dal climate change, La Française resta convinta che le aziende con strategie di trasformazione avviate verso modelli low-carbon saranno meglio protette dall’aumento dei rischi climatici e da inadempienze regolamentari che impattano il settore e saranno preferite dagli investitori consapevoli delle sfide connesse al clima.

La strategia del fondo è quella di finanziare gli stakeholder di ambito economico con ambizioni sincere in termini di transizione energetica e che si pongono l’obiettivo di ridurre le proprie emissioni per combattere i cambiamenti climatici.

Nell’orizzonte di investimento raccomandato di sette anni, l’obiettivo di La Française Carbon Impact 2026 è quello di sovraperformare, al netto delle commissioni, i bond governativi francesi con scadenza nel 2026. Il fondo investirà in un portafoglio target comprendente da 120 a 200 titoli (non vincolante), i cui emittenti avranno superato uno screening Esg basato sul metodo sviluppato da Inflection Point by La Française.

Segue nel processo di gestione un secondo round di integrazione tematica che combina l’analisi di impatto ambientale con quella finanziaria. La Française Carbon Impact 2026 si impegna a costruire e mantenere un portafoglio con una media ponderata di emissioni di gas serra per ogni euro investito che sia almeno del 50% inferiore rispetto all’universo d’investimento di riferimento.

Il fondo adotta una strategia di gestione discrezionale investendo fino al 100% dei suoi asset in obbligazioni di aziende dei settori privato o semi-pubblico (compresi i green bond), con un rating Investment Grade2 (fino al 100%), o high yield (fino al 70%), con scadenza  entro il  31 dicembre 2026. Gli emittenti di Paesi Ocse possono arrivare fino al 100% dell’allocazione geografica, mentre gli emittenti non Ocse possono arrivare fino al 10%.

leggi anche | Azioni e bond nel mirino di due nuovi fondi di La Française Am

La Française Carbon Impact Global 2026 non è un fondo garantito e gli investitori sono esposti al rischio di perdita di capitale. “Per dare vita a La Française Carbon Impact 2026 abbiamo combinato due delle nostre storiche aree di competenza, gestione di fondi a scadenza e sustainable investing", spiega Jean-Luc Hivert (in foto), global head of investment della società, "con un’expertise nell’analisi Esg sviluppata dal nostro centro di ricerca extra-finanziario, Inflection Point”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo