Quantcast

parità di genere

Zurich Italia, congedo senza distinzioni di genere e orientamento sessuale

La compagnia assicurativa estende dal 2020 il congedo di 16 settimane retribuite sarà esteso a tutti. Introdotto un congedo retribuito di 6 settimane da utilizzare dopo nascita, affido, adozione

Il talento (nascosto) delle donne di denari

Zurich Italia introduce nuove misure a sostegno della genitorialità. A partire dal primo gennaio 2020, il congedo di 16 settimane retribuite sarà esteso a tutti i genitori primari, senza distinzione di genere e orientamento sessuale.

Inoltre, tutti i co-genitori potranno fruire di un congedo retribuito di 6 settimane da utilizzare dopo la nascita, l’affido o l‘adozione del bambino con l‘obiettivo di condividere con il genitore primario la gioia e l‘impegno dei primi mesi e consentire anche un più facile ed agevole rientro nel mondo del lavoro. 

“La decisione di allargare la famiglia comporta un forte carico emotivo, oltre a rappresentare un significativo cambiamento nella gestione dell’equilibrio tra vita privata e lavorativa”, commenta Federica Troya, head of hr and services di Zurich Italia. “Zurich Italia, da sempre in prima linea nel garantire il benessere dei propri dipendenti, è orgogliosa di essere tra le prime realtà italiane ad agevolare chiunque realizzi il progetto di creare una famiglia equiparando i neogenitori, di qualunque genere o orientamento sessuale essi siano”.

leggi anche | Pratiche scorrette, Unicredit segnalata al Grante per la concorrenza

leggi anche | Un nuovo titolo nell'indice di Bloomberg sulla parità di genere

Zurich e il welfare aziendale. L’iniziativa si inserisce all’interno di un percorso di welfare aziendale che Zurich Italia ha intrapreso ormai da molti anni al fine di favorire il benessere dei propri dipendenti, che possono ad esempio godere difasce orarie estremamente flessibili e della possibilità di lavorare in smart working.

Zurich Italia è stata infatti la prima Compagnia nel settore assicurativo in Italia a introdurre questa modalità di lavoro, fin dal 2015, con la possibilità, per tutti i dipendenti, di lavorare fuori sede fino a 2 giorni alla settimana e fino a 3 per le future mamme e le neomamme fino al primo compleanno del bambino. Oltre l’80% della popolazione aziendale utilizza questa modalità di lavoro con livelli di soddisfazione particolarmente elevati: il 95% dei dipendenti riconosce infatti di beneficiare di un buon equilibrio tra lavoro e vita privata.

Nella sede di Milano le mamme e i papà possono inoltre usufruire di BabyZone,  uffici attrezzati ad hoc con giochi e minipostazioni dove i genitori possono lavorare in tranquillità accanto ai propri figli in caso di esigenze improvvise (es. periodi di sospensione scolastica o scioperi). 

Anche l’attenzione per la salute, l’alimentazione sana e l’attività fisica sono da sempre al centro delle politiche di welfare di Zurich Italia dove vengono organizzate visite in convenzione presso la sede della Compagnia. La prevenzione è stata un tema centrale anche nell’ultimo rinnovo del contratto integrativo che ha portato all’estensione delle coperture sanitarie dei dipendenti a nuove casistiche come la procreazione assistita. I dipendenti Zurich possono inoltre usufruire del minimarket interno brandizzato Foodies, uno shop che offre cibo sano e adatto anche per chi soffre di allergie o intolleranze alimentari, e di una palestra interna.

Dal 2019 è infine attivo un portale dedicato che mette a disposizione un’offerta varia e completa di servizi di welfare e convenzioni su tutto il territorio nazionale, suddivisi in tre aree (“per te”, “per i tuoi figli” e “per la tua famiglia”): dal tempo libero alla formazione, dai servizi socio-assistenziali a quelli per l’infanzia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo