asset management

Consulenza, la svolta di Vanguard parte dalla Gran Bretagna

La società statunitense di gestione di fondi di investimento ha ricevuto l'ok del regolatore locale inglese, il Financial Conduct Authority, per lo svolgimento dell'attività

Sean Hagerty, ceo di Vanguard Europa

Sean Hagerty, ceo di Vanguard Europa

Vanguard si apre alla consulenza finanziaria con ok da parte del regolatore locale inglese, il Financial Conduct Authority, per lo svolgimento dell'attività. 

Il ceo europeo della società di fondi, Sean Hagerty, ha scritto una lettera ai clienti per informarli della novità: “Gli investitori dovrebbero avere accesso a una consulenza solida, a basso costo e che metta al primo posto i loro interessi (...). I consulenti finanziari svolgeranno sempre un ruolo importante nel fornire una gestione patrimoniale olistica e fornire consulenza agli investitori che desiderano un servizio più personalizzato. La fornitura di consulenza non sarà mai uguale per tutti, ed è importante che gli investitori siano in grado di accedere alla consulenza in un modo che si adatti alle loro preferenze particolari”.

L'ingresso nel settore della consulenza è una novità per Vanguard, almeno in Europa. Negli Stati Uniti l'azienda specializzata in fondi passivi indicizzati prevede già delle fee sugli asset in consulenza. 

leggi anche | Vanguard a caccia di azioni e bond con due nuovi Etf

leggi anche | Fondi attivi o passivi, è sempre una questione di costi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo