consulenti finanziari

Elezioni Anasf: al via la sfida tra le cinque liste

Il voto online parte oggi 13 gennaio per concludersi l’11 febbraio. I programmi sintetizzati delle forze in campo sui temi caldi del futuro della professione.

Elezioni Anasf: al via la sfida tra le cinque liste

Le elezioni Anasf entrano nel vivo. Dalle ore 9 (di oggi, n.d.r.), 13 gennaio 2020, e fino alle ore 18 dell’11 febbraio 2020, 10.500 degli oltre 12mila consulenti finanziari associati, in regola con il pagamento della quota associativa al 13 novembre, potranno esprimere le loro preferenze online e scegliere i 161 delegati all’XI Congresso ordinario dell’associazione di categoria dei consulenti finanziari abilitati all’offerta fuori sede, convocato dal 13 al 15 marzo 2020 a Solbiate Olona (Va).

Congresso che avrà il compito di rinnovare le cariche sociali: i 25 componenti del Consiglio nazionale, il Comitato esecutivo e il nuovo presidente

Le liste in gara sono 5, vediamo come sono composte: la lista 1 “Insieme per crescere” è guidata dal capolista e candidato presidente Luigi Conte (attuale vice presidente vicario di Anasf, consulente finanziario di punta di FinecoBank) e si avvale di un team di stretti collaboratori di alto profilo istituzionale dai referenti di lista, il vice presidente Anasf Ferruccio Riva e il tesoriere Luigi Criscione, fino al presidente di Efpa Italia Marco Deroma, al vicepresidente Ocf Maurizio Donato, al presidente del consiglio nazionale Franco Colombo, al componente del comitato esecutivo Antonello Starace (responsabile marketing e co-responsabile decentramento e sviluppo associativo), al componente del Comitato direttivo Ocf Drago Biafore, e ai candidati forti di Anasf in Enasarco Alfonsino Mei (che della fondazione è anche componente del Cda) e Mario Castelli, infine al due volte presidente Anasf Carlo Bagnasco, uno dei padri nobili della professione di consulente finanziario.

Una coalizione che conta tra i suoi 161 candidati consulenti finanziari di molte delle principali reti di consulenza finanziaria tra cui Azimut, Banca Mediolanum, Allianz Bank, FinecoBank, IW Bank, Bnl Life Banker, CheBanca!, Deutsche Bank Financial Advisors, Fideuram e si presenta con i favori del pronostico. Il grande avversario della lista 1 in realtà sono due: la lista 2 e la lista 3 che hanno dichiarato il loro apparentamento.

La 2 (“Per i consulenti con Anasf – L’associazione al servizio della professione”) vanta 40 candidati in rappresentanza di otto reti di consulenti finanziari con capolista Giuliana Rapetta e rappresentati di lista del calibro di Felice Graziani e Mario Iacomino e la 3 (“Anasf riparte. Eticà, qualità, competenza”) con 93 candidati in prevalenza consulenti finanziari di Fideuram e Sanpaolo Invest (società che storicamente vantano il maggior numero di associati in Anasf) oltre a colleghi di CheBanca!, guidata dal capolista candidato presidente dell’alleanza Alma Foti, che è supportata da rappresentanti di lista dalla grande storia associativa come Elio Conti Nibali (due volte presidente Anasf e vice presidente di Ocf) e Gianfranco Giannini Guazzugli (già vice presidente di Anasf).

Sullo sfondo due outsider che potrebbero anche giocare un ruolo importante: la lista 4 “#senonoraquando- Diamo valore al nostro futuro”, capitana da Jonathan Figoli, figlio d’arte, fondatore di ProfessioneFinanza, società specializzata nella formazione dei cf e la lista 5 “Professione e partecipazione”, che ha tra i candidati soprattutto cf di Banca Generali ed è guidata dal veterano Franco Ragone.

La vera incognita di queste elezioni per il rinnovo degli organi associativi Anasf però non è tanto (o almeno non solo) costituita dalle forze in campo ma è semmai rappresentata dal voto elettronico, che andrà a sostituire per la prima volta il discusso sistema del voto postale che favoriva secondo molti osservatori il “voto di casacca”. Il segreto dell’urna elettronica potrebbe invece indirizzare il voto degli associati verso la persona indipendentemente dalla società di appartenenza. Quanto potrà incidere questa novità sul risultato finale? Poco più di un mese di pazienza e lo sapremo.

E chi ama votare sulla base dei programmi nelle pagine seguenti (clicca qui per leggere il pdf sui programmi delle 5 liste) può trovare nelle pagine che seguono un utile raffronto tra le proposte delle 5 liste sui temi più importanti per valorizzare insieme l’affascinante professione del consulente finanziario e il ruolo della loro associazione di categoria. 

*articolo pubblicato su Investire di gennaio

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo