real estate

SeiMilano, Värde Partners: 113 milioni da Intesa Sp. e Banco Bpm

Il piano di rigenerazione urbana a Sud Ovest della città meneghina porta la firma del fondo globale statunitense in collaborazione con la società di sviluppo immobiliare Borio Mangiarotti

Rendering del piano di rigenerazione urbana SeiMilano (credits: Mario Cucinella Architects)

Rendering del piano di rigenerazione urbana SeiMilano (credits: Mario Cucinella Architects)

Värde Partners, insieme al partner immobiliare milanese Borio Mangiarotti (di cui detiene il 20%), annunciano la firma di un contratto di finanziamento da 113,5 milioni di euro con Intesa Sanpaolo e Banco Bpm.

Oggetto dell'accordo: lo sviluppo del maxi-progetto di rigenerazione urbana SeiMilano. Prosegue così lo sviluppo di progetti in Italia da parte del fondo globale statunitense di investimenti alternativi dopo la cessione a Covivio di una serie di hotel di lusso posizionati anche in città come Venezia, Roma e Milano. 

Il progetto SeiMilano, su un’area di oltre 300mila metri quadri a Sud Ovest di Milano e con un investimento complessivo di oltre 250 milioni di euro, porterà alla realizzazione di un innovativo quartiere polifunzionale integrato in un grande parco, il secondo per dimensione dopo Parco Sempione.

Con la chiusura del finanziamento termina la prima fase del progetto, durante la quale sono stati completati i lavori di bonifica e ottenuti tutti i permessi per i lavori. Ora parte la fase di sviluppo vera e propria, con la realizzazione del primo lotto residenziale (oltre 500 abitazioni, suddivise in libere e convenzionate, lungo l’asse Nord-Sud) la cui commercializzazione inizierà entro la fine del primo quadrimestre 2020.

SeiMilano prevede una progettazione integrata con il quartiere circostante, nel rispetto degli standard internazionali di sostenibilità ambientale e qualità della vita. Värde è inoltre interessata al bando che il comune di Milano pubblicherà per la realizzazione del Villaggio Olimpico dell'ex scalo ferroviario di Porta Romana

Il masterplan, affidato allo studio Mario Cucinella Architects, prevede 100.000 mq di residenze, 30mila metri quadri di uffici e 10mila metri quadri di funzioni commerciali. Una “città giardino” immersa in un nuovo grande parco urbano pubblico di oltre 16 ettari progettato dallo studio Michel Desvigne Paysagiste

La chiusura del finanziamento segue, a circa un anno di distanza, l’accordo di vendita siglato con Orion European Real Estate Fund V per lo sviluppo di un complesso immobiliare a uso uffici. Tra gli advisor dell'operazione, anche Planet Smart City che proprio oggi ha annunciato un importante aumento di capitale

“Siamo molto soddisfatti di aver chiuso con successo la prima fase del progetto e confidiamo di arrivare alla conclusione dei lavori nell’arco di circa tre anni, con l’obiettivo di realizzare un innovativo quartiere polifunzionale immerso in un nuovo grande parco urbano, ben collegato con il resto della città”. Parola di Luca Malighetti, managing director e responsabile degli investimenti immobiliari in Italia di Värde Partners. Nell’operazione di finanziamento, Vitale & Co. ha agito in qualità di advisor finanziario per Värde Partners e Borio Mangiarotti. 

leggi anche | Unipol vende la Torre Velasca per 220 milioni a Hines

leggi anche | Covivio acquista otto hotel di lusso da Värde

leggi anche | "Rigeneriamo il quartiere a rischio crolli di San Siro". Il convegno di Assoimmobiliare

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo