real estate

Arrivano anche in Italia i coworking d'alta fascia di Covivio

La società immobiliare aprirà a maggio il suo primo spazio di coworking in Italia, a Milano. Nel frattempo, la controllata Revalo si è aggiudicata il mandato per gestione di Palazzo dell’informazione

rendering degli spazi di coworking che Covivio aprirà il prossimo maggio a Milano

rendering degli spazi di coworking che Covivio aprirà il prossimo maggio a Milano

Covivio continua il suo piano di espansione in Italia con un nuovo investimento sulla città di Milano. La società immobiliare francese ha annunciato l'apertura a maggio del primo spazio di coworking, secondo il modello sviluppato attraverso il suo marchio Wellio, già presente con cinque siti operativi in Francia (Parigi, Marsiglia e Bordeaux).

I locali scelti sono stati acquistati da Covivio secondo la formula già collaudata dal momento della nascita di Wellio, due anni fa

La prima apertura italiana sarà negli spazi di un edificio storico nel centro della città meneghina, in via Dante 7 tra Piazza Cordusio e Castello Sforzesco.

I locali scelti sono stati acquistati da Covivio secondo la formula già collaudata dal momento della nascita di Wellio, due anni fa. Il costo dell'acquisto non è stato comunicato.

Oltre 4.700 metri quadrati per 400 postazioni di lavoro, per un terzo già pre-locate, dove la filiale italiana di Astellas, multinazionale farmaceutica giapponese, trasferirà la sua sede.

Covivio fa anche parte del gruppo di società che potrebbero partecipare al bando che il comune di Milano pubblicherà per la realizzazione del Villaggio Olimpico sull'ex scalo ferroviario di Porta Romana. 

Per il nuovo spazio, Wellio ha scelto Foorban come partner per la ristorazione aziendale e Toplife concierge, che garantirà i più elevati standard nel servizio di reception e conciergerie.

La sede si chiamerà Wellio Milan Dante e offrirà 400 postazioni di lavoro, che includono uffici privati personalizzabili e dotazioni, postazioni di coworking in aree condivise, sale riunioni e aree per eventi versatili, dotate di tecnologie all’avanguardia e arredabili a seconda delle esigenze.

Tra le società che hanno scelto Wellio come luogo di lavoro ideale nel centro della città di Milano c’è la filiale italiana di Astellas, multinazionale farmaceutica, che trasferirà la sua sede nel complesso di via Dante nella primavera del 2020.

Cinque mesi prima dell’apertura, comunica l'azienda, già un terzo delle postazioni sono state pre-locate. Lo spazio di co-working del gruppo Covivio sarà gestito attraverso manager dedicati in loco e si avvarrà del supporto di partner in grado di garantire da un lato una gestione con caratteristiche di sostenibilità e green, dall’altro l’elevata qualità che contraddistingue i servizi offerti ai clienti.

leggi anche | Covivio acquista otto hotel di lusso da Värde

leggi anche | Unipol vende la Torre Velasca per 220 milioni a Hines

I clienti disporranno di un ufficio pronto e arredato, e potrà accedere liberamente a tutte le aree comuni a disposizione: bar, rooftop con vista Duomo, ristorante, cucine ai piani, phone box, lounge, corte interna con divani e sedute, gym room, docce e biblioteca. Sono inoltre inclusi accesso 24/7, internet Fibra ad alta velocità, stampante, scanner, servizio di reception e concierge dal lunedì al venerdì.

Per l’intervento di via Dante il progetto architettonico di valorizzazione e ristrutturazione dell’intero stabile è dello studio Caputo Partnership International, mentre il progetto di design interno è a firma dello studio Cristofori Santi Architetti.

L’immobile, che avrà classe energetica A e riceverà la certificazione Leed Gold, diventerà un vero e proprio tributo allo stile architettonico milanese. Ogni piano sarà infatti caratterizzato da un mood differente e sarà legato, nelle scelte delle finiture e negli arredi, a una corrente artistica/architettonica e di design sviluppatasi a Milano nel corso del secolo scorso: allo stile ‘900, a quelli Poetic, Radical ed Epic; l’obiettivo è offrire a professionisti e utenti esperienze uniche in ambienti sempre diversi.

Nel frattempo Revalo, società controllata dal gruppo Covivio, si è aggiudicata il mandato per la gestione di Palazzo dell’informazione, edificio che ospita sedi di giornali e uffici, sempre a Milano. Non è stato comunicato l'ammontare economico del mandato.

La stessa società, lo scorso febbraio, aveva ricevuto un altro mandato di property e facilita management per la direzione degli immobili di proprietà del fondo comune di investimento immobiliare di tipo chiuso i3-Inail gestito da Investimenti Immobiliari Italiani Sgr (Invimit Sgr).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo