real estate

AbitareIn entra nel business edilizio di Porta Romana a Milano

La società di Gozzini e Grillo mette una bandierina sull'ex scalo ferroviario acquistando 30.000 metri quadri di terreno residenziale. L'area è al centro di un piano comunale in vista delle Olimpiadi invernali

Abitare In acquista terreni a Porta Romana

Lo scalo di Porta Romana al centro di un piano edilizio di accoglienza degli atleti per le Olimpiadi Invernali 2026

Abitare In, società di sviluppo di edilizia residenziale e quotata sul mercato Aim, ha acquistato una nuova area a sud dello Scalo di Porta Romana a Milano. L'operazione, svolta attraverso la controllata Abitare In Development 4, ha un valore di 16,1 milioni di euro a cui si aggiungerà un earn out massimo di 6 milioni, legato ai risultati economici che la società acquirente conseguirà con l'edificazione dei terreni.

Le norme di attuazione del Piano delle Regole del nuovo Pgt del comune di Milano, in via di pubblicazione, prevedono un indice edificatorio sull'area di 30.000 metri quadri destinabili al mercato residenziale libero.

L'avvio del cantiere da parte della società di Luigi Francesco Gozzini (in foto) e Marco Claudio Grillo è sottoposto, oltretutto, all'approvazione da parte del consiglio comunale del Piano attuativo obbligatorio dell'intero Pgt. il municipio si è impegnato ad approvare le nuove regole edificatorie cittadine entro tre anni. 

L'area dell'ex scalo ferroviario di Porta Romana è al centro di un progetto comunale che prevede la destinazione di parte dell'area agli alloggi e ai servizi di accoglienza degli atleti previsti per le Olimpiadi Invernali 2026 che si svolgeranno tra Milano e Cortina.

Il bando ha attirato l'interesse di vari gruppi edilizi: Hines, da poco nuova proprietaria della Torre Velasca; Coima, già titolare di un immobile in zona; Värde Partners impegnata in un piano di riqualificazione a Sud-Ovest di Milano; e Covivio, fresco di acquisto di un albergo di lusso nella città meneghina e di un edificio storico destinato a coworking d'alta fascia.

Per gli aspetti legali Abitare In è stata assistita dall’avvocato Marco Starace. Anche nell’ipotesi del pagamento dell’intero extra-compenso (l'earn out da 6 milioni), l’operazione rientra nelle regole previste per le quotate sul mercato Aim di Borsa Italiana, dato che non rientra nelle categorie previste dall’articolo 12 del Regolamento Emittenti Aim, non attestandosi nessuno degli indici di rilevanza applicabili al di sopra del 25%. 

leggi anche | Covivio, un bilancio in attivo e nuovi piani in Germania e Milano

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo