Coronavirus & credito

Cina, prestiti agevolati per le imprese colpite dall'epidemia

Le autorità comunali di Pechino hanno assicurato un sostegno finanziario alle società e le banche hanno iniziato a offrire prestiti con tassi ridotti. Iniziative simili anche a Shanghai, Qingdao e Suzhou

Cina, prestiti agevolati per aziende colpite dall'epidemia

Le autorità comunali di Pechino hanno assicurato un sostegno finanziario per le aziende che affrontano temporanee difficoltà legate all'epidemia di Coronavirus. I responsabili locali, si legge su Adnkronos, hanno spiegato che iprestiti alle imprese toccate dall'emergenza non saranno sospesi o ritirati in anticipo: verrà inoltre aumentato il sostegno al credito per le aziende che operano nei settori della prevenzione e del controllo delle epidemie.

Alcune banche di Pechino - è stato spiegato - hanno iniziato a offrire prestiti con tassi ridotti a queste società. Inoltre non saranno penalizzate le imprese che ritarderanno i versamenti per i contributi sociali.

Le iniziative delle autorità della capitale seguono quelle attuate da diverse metropoli, come Shanghai, Qingdao e Suzhou, che hanno messo in atto politiche per tutelare le piccole imprese dalle conseguenze della crisi.

Ieri una previsione di S&P Globa Ratings parlava di una imminente riduzione della spesa legata al lusso da parte dei cittadini cinesi, sia sia in madrepatria che all'estero. Inoltre, due giorni fa le riserve di capitale delle società cinesi sono crollate segnando il punto più basso registrato dai tempi della bolla del 2015. 

Purtroppo aumenta la conta dei decessi provocarti dal virus polmonare. I dati aggiornati a stamattina della Commissione sanitaria nazionale cinese parlano di 24.324 persone contagiate in Cina, dopo la conferma di nuovi 3.887 casi. I nuovi decessi ammontano a 65 nella sola provincia di Hubei. Nell'epicentro dell'epidemia i morti salgono così a 490.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo