banche & lavoro

L'aut aut di Unicredit ai sindacati: due mesi per accordo su esuberi

6mila posti di lavoro in esubero, e chiusura di 450 filiali entro il 2023. La reazione dei sindacati non si fa attendere, nel frattempo il ministro del Lavoro si prepara a incontrare i vertici dell'istituto

Unicredit, la notizia dell'accordo sulla sanzione fa bene al titolo

La torre di Unicredit a piazza Gaile Aulenti, Milano

Entro il 31 marzo Unicredit e sindacati dovranno trovare un accordo sui tagli stabiliti al personale italiano. Almeno questa è l'intenzione espressa dall'istituto di credito nella lettera scritta alle rappresentanze sindacali in cui annuncia la necessità di procedere all'uscita dall'azienda di 6mila lavoratori, insieme alla chiusura di 450 filiali entro il 2023, data di scadenza del nuovo piano di crescita. A inizio febbraio l'istituto ha presentato i conti del bilancio 2019 prossimo ad essere discusso con l'assemblea degli azionisti. 

Il motivo di questa stretta alla banca fisica decisa l'ad Jean Pierre Mustier? Lo spiega la stessa banca nella lettera inviata ieri ai sindacati e pubblicata oggi da Il Sole 24 Ore. Le attività dei clienti presso gli sportelli si sono ridotte del 55% dal 2016 ad oggi. Ciò significa che i 5.500 dei 6.000 esuberi calcolati per l'Italia, sono frutto di un'eccedenza di capacità produttiva rappresentata in particolare modo dall'eccesso di filiali.  

La reazione dei sindacati non si fa attendere e nel frattempo il ministro del Lavoro, Nunzia Cataldo, incontrerà i vertici dell'istituto di credito il 21 febbraio prossimo. “Mentre annuncia l’aumento dei dividendi agli azionisti Unicredit si presenta ai sindacati con la richiesta di tagliare 450 sportelli e 6mila lavoratori", dice il segretario della categoria per la First Cisl, Riccardo Colombani (in foto).

"Avevamo detto a dicembre, in occasione della presentazione del piano industriale, che la strategia di Mustier era incentrata su un sostanziale disimpegno dall’Italia: non siamo stati smentiti. Deve essere chiaro che non siamo disposti a discutere di esuberi se contemporaneamente non si parlerà anche di assunzioni. La nostra richiesta è che ogni due uscite sia prevista almeno un’assunzione”, aggiunge il segretario. 

leggi anche | Unicredit bond "perpetui" per 1,25 miliardi. Ecco i primi sportelli che chiuderanno

leggi anche | Unicredit segnalata al Garante per pratiche scorrette verso i richiedenti asilo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo