asset management

HANetf esclude il cioccolato di Namaste dal fondo sulla cannabis

La società annuncia l'uscita di Namaste Tecnologies dai titoli sottostanti dopo l'autorizzazione di una sua controllata alla produzione di prodotti ad uso ricreativa da parte dell'Health Canada

HANetf esclude dal suo fondo sulla cannabis il cioccolato di Namaste

HANetf annuncia un cambiamento alla composizione di Medical Cannabis and Wellness Ucits Etf, quotatato il 14 gennaio scorso su Xetra e Lse in collaborazione con Purpose Investments.
 
Il processo di controllo costante, sia quantitativo che qualitativo, ha rilevato che Namaste Technologies non risponde più ai severi criteri per l’inclusione nell’indice dopo che Choklat, produttore di cioccolato artigianale con sede ad Alberta di cui Namaste detiene il 49% dell’equity, ha ricevuto una licenza di lavorazione da parte di Health Canada per produrre una linea di tavolette di cioccolato, bevande e zucchero alla cannabis.
 
La vendita di prodotti edibili alla cannabis (che saranno venduti da parte della controllata di Namaste Technologies a partire da marzo 2020) genererà ricavi dal mercato della cannabis ad uso dei maggiorenni, ambito non contemplato dalla metodologia seguita dall’indice: la rimozione di Namaste rappresenta dunque una mossa proattiva per mantenere l’indice in linea con i calcoli metodologici.
 
La rapida rimozione di Namaste attraverso un processo di screening consolida uno dei benefici più grandi che Cbdx offre agli investitori europei, ovvero la sicurezza che le aziende contenute nell’indice restino legali. Dal momento che attualmente alcune giurisdizioni europee non consentono l’uso ricreativo della cannabis, questi controlli aiutano il fondo a restare aderente ai suoi obiettivi. 
 
“Nonostante riteniamo che detenere il titolo Namaste possa essere positivo per coloro che si concentrano sulla monetizzazione nel breve periodo dell’industria della cannabis ad uso dei maggiorenni in Canada, siamo convinti che il valore di lungo termine continui a risiedere nell’approccio terapeutico scientifico”. È il commento di Nawan Butt, portfolio manager di Purpose Investments. Gli fa eco il direttore della gestione dei prodotti di HANetf, Ignatius Faisal (in foto): “Questa esclusione proattiva sottolinea il monitoraggio qualitativo continuo dei componenti dell’indice".

leggi anche | La cannabis entra nel mondo degli Etf con HANetf e Purpose Investments

Il fondo di HANetf replica il Medical Cannabis and Wellness Equity Index di Solactive che segue regole ben definite e include aziende quotate attive in 9 sotto-settori tematici del business legale della cannabis terapeutica, della canapa e del cannabidiolo (CBD). La metodologia segue un processo di selezione rigoroso e a più livelli per identificare ed escludere aziende che appartengono al mercato della cannabis ad uso dei maggiorenni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo