conti 2019

Il 2019 di Comgest si chiude con afflussi in crescita

Gli afflussi netti del gruppo raggiunge il miliardo di euro, mentre il patrimonio gestito totale è pari a 33 miliardi di euro. Le performance migliori sono state registrate dal team sull’azionario europeo

Più selezione per tenere il passo di un mercato in movimento

Comgest ha chiuso il 2019 afflussi netti per 1 miliardo di euro e un patrimonio gestito totale pari a 33 miliardi di euro. Rilevante anche il dato sulla diversificazione degli afflussi, distribuiti tra i fondi con 6 strategie.

Il miliardo di afflussi del gruppo è stato diversificato, attraverso  sei fondi, con particolare successo su Giappone e Europa

Il 2019 è stato il secondo anno consecutivo di forte diversificazione degli afflussi, che e conferma il ruolo di primo piano delle strategie Giappone e Europa. Comgest vanta ora una gamma di sei strategie in tutto il mondo, con un patrimonio gestito complessivo superiore a 1 miliardo.

Europe Opportunities è ora diventata saldamente il terzo pilastro della gamma di Comgest di strategie incentrate sull’Europa, con un patrimonio gestito di 1,4 miliardi di euro, mentre la strategia Giappone rappresentava il 7% del patrimonio gestito del gruppo a fine anno.

In combinazione con i forti afflussi registrati dalle strategie Europe Large Cap, Europe Smaller Companies e Azionario Globale, hanno oltremodo compensato i deflussi subiti dalla strategia Mercati Emergenti. Gli afflussi netti del gruppo ammontano a oltre 1 miliardo di euro e alla fine dell’anno il patrimonio gestito totale era pari a 33 miliardi di euro.

Esg in primo piano nel corso dell’anno. L’Un Pri ha assegnato a Comgest il rating1 A+ (massimo) in tutte le relative categorie "strategy & governance”, “listed equity – incorporation” e “listed equity – active ownership”. Tra le attività di engagement più importanti dell’anno si annoverano le due delibere presentate da Comgest nelle assemblee degli azionisti di EssilorLuxottica per contribuire a risolvere la profonda crisi di governance della società.

Performance basate sulla crescita degli utili. I mercati azionari hanno avuto un andamento esuberante nel 2019, mettendo a segno un rialzo annuale del 29%, malgrado utili stagnanti. Di norma, un rimbalzo dei mercati non costituisce il quadro ideale per consentire allo stile quality growth di Comgest di sovraperformare.

leggi anche | Robeco, il settore assicurativo cresce di 5 miliardi in 15 mesi

La rotazione pro-ciclica iniziata a settembre 2019 ha anch’essa comportato problemi. Ciò nonostante, le performance complessive dei fondi Comgest nel 2019 sono state in linea di massima robuste, sulla base della crescita degli utili capitalizzati dei nostri titoli quality growth.

Quest’anno, le performance migliori sono state registrate dal team responsabile dell’azionario europeo. Il fondo flagship Comgest Growth Europe ha chiuso l’anno in rialzo del 33,9%, segnando la miglior performance annuale dal lancio avvenuto quasi due decenni fa. Lo stesso dicasi per il fondo Comgest Growth Europe Smaller Companies, che ha riportato una performance annuale del 38,3%.

Ampliamento del team di gestione dei fondi. Il gruppo di lavoro è salito a 49 professionisti alla fine del 2019. Tra gli ingressi più importanti, la società ricorda: Anne-Laure Giraud nel team mercati emergenti globali; William Bohn nel team Europa, Rémi Adam e Louis-André Citroën nel team Usa; Rick Mercado nel team globale; Leo Lenel nel team flex; Swati Madhabushi nel team India; e Jimmy Yang nel team Cina.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo