banche & conti

Unicredit, bond "perpetui" per 1,25 miliardi

L'istituto di credito emette nuovi strumenti additional tier 1, raccogliendo sottoscrizioni da parte di oltre 500 investitori istituzionali. Intanto, spunta la prima lista degli sportelli a rischio chiusura

 Jean Pierre Mustier, ad di Unicredit

Jean Pierre Mustier, ad di Unicredit

Unicredit presenta una nuova emissione di strumenti additional tier 1, bond così detti "perpetui" usati dalle banche per garantire la stabilità patrimoniale necessaria per affrontare possibili rischi di di stress finanziario. L'emissione è destinata a investitori istituzionali per un totale di 1,25 miliardi di euro.

Iniziano a trapelare le prime notizie sui 450 sportelli che l'istituto di Mustier prevede di chiudere nel piano 2020-2023 

Gli strumenti di tipologia additional tier 1 completano il piano di funding dell'istituto di Jean Pierre Mustier per il 2020 per questa tipologia di strumento e contribuiscono a rafforzare il tier 1 ratio.

 "Dato il fortissimo interesse del mercato, la guidance iniziale, indicata in area 4,625%, è stata rivista in area 4,125%", scrive il gruppo in una nota stampa. "La cedola, fissata a 3,875%, rappresenta la più bassa mai pagata da una G-Sib per uno strumento at1 in euro".

L'operazione ha raccolta domande di sottoscrizione da parte di oltre 500 investitori istituzionali, in prevalenza fondi (70%) e banche (25%) e la seguente ripartizione geografica nell'allocazione finale: UK (21%), Francia (20%), Svizzera (12%), Asia (12%) e Italia (10%).

Il trigger del 5,125% sul common equity tier1 (cet1) prevede che, qualora il coefficiente cet1 del gruppo o di Unicredit scenda al di sotto di tale soglia, il valore nominale dei titoli sarà ridotto temporaneamente dell'importo necessario a ripristinarne il livello, tenendo conto anche degli altri strumenti con caratteristiche similari e stesso livello di subordinazione.

I titoli sono perpetui (con scadenza legata alla durata statutaria dell'istituto) e possono essere richiamati dall'emittente, soggetto al rispetto dei requisiti regolamentari applicabili, il 3 giugno 2027 e successivamente ad ogni data di pagamento cedola.

La cedola a tasso fisso riconosciuta fino a giugno 2027 è pari a 3,875% all'anno pagata su base semestrale; in seguito, se non viene esercitata la facoltà di rimborso anticipato, la stessa verrà ridefinita ad intervalli di 5 anni sulla base del tasso swap di pari scadenza vigente al momento maggiorato di 408,1 punti base, calcolato su base annuale e rideterminato su base semestrale come da prassi di mercato. Come previsto dai requisiti regolamentari, il pagamento della cedola è pienamente discrezionale.

Il collocamento è stato curato da Bnpp, Citi, Cs, Deutsche Bank, Goldman Sachs International, Santander e Unicredit Bank Ag, in qualità di joint bookrunner. I titoli hanno i seguenti rating attesi: "Ba3" (Moody's) / "B+" (Fitch).

Oggi arrivano anche le prime notizie di stampa sull'imminente chiusura dei circa 450 sportelli che la banca prevede per l'Italia nel proprio piano industriale 2020-2023, insieme ad un totale di 6mila esuberi. È Business Insider a dare un primo elenco di alcune filiali a rischio chiusura tra Lombardia e Sicilia.  

Per il Nord Italia potrebbero abbassar le saracinesche le seguenti sedi: 

  • via Moietta a Caravaggio (Bergamo)
  • via Vittorio Veneto a Brescia
  • via Mons. Trazzi a Sustinente (Mantova)
  • via IV novembre a Bagnolo Cremasco (Cremona)
  • via Milano a Cesano Boscone (Milano)
  • via Guerrazzi a Monza
  • piazza Cornaggia a Rivanazzano (Pavia)
  • via Diaz a Laveno Mombello (Varese).
     

Nell'isola potrebbero chiudere i battenti i seguenti sportelli: 

  • via Dante a Palermo
  • via Imera ad Agrigento
  • via Don Minzoni a Caltanissetta
  • corso Regina Margherita a Modica (Ragusa)
  • filiale di Militello Val di Catania (Catania)
  • filiale di Aci Catena (Catania)
  • filiale di Naso (Messina)
  • filiale di Caltavuturo (Palermo)
  • filiale di Camporeale (Palermo)
  • filiale di Santa Ninfa (Trapani)
  • filiale distaccata di Marianopoli (Caltanissetta).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo