asset management

I primi minibond di Agenda Corporate Italia vanno a gonfie vele

Nata da pochi mesi, la società di Roberto Imbimbo può già contare su sei emissioni interamente sottoscritte in soli quattro mesi di operatività ed altre quattro in via di perfezionamento

I minibond di Agenda Corporate Italia vanno a gonfie vele

Agenda Corporate Italia nasce ad agosto dello scorso anno e, con sei emissioni interamente sottoscritte in soli quattro mesi di operatività e altre quattro in via di perfezionamento, entra nella classifica degli advisors di minibond. Si tratta di un network realizzato da un gruppo di professionisti insieme a Cosvim Confidi, che hanno condiviso il progetto del founder Roberto Imbimbo, che intende coinvolgere quante più Pmi possibili nei processi di avvicinamento al mondo della finanza integrativa.

“Abbiamo voluto presentare alle Pmi, che puntano ad una profonda revisione della loro struttura finanziaria, un nuovo modello multidisciplinare, che permetta loro di confrontarsi in modo ampio e duraturo con i mercati finanziari internazionali", commenta Imbimbo (in foto).

"Si tratta di aiutare quelle Pmi che devono competere su questi mercati a dotarsi di un importante fornitore di finanza, che possa integrare le ridotte risorse del mercato domestico”. Inoltre, aggiunge il fondatore: "Stiamo perfezionando una partnership con un prestigioso portale di crowdfunding quotato in Borsa”. 

“Noi ci occupiamo di offrire tutto il supporto di un moderno partner a chi intende ristrutturare la sua finanza", aggiunge il presidente di Cosvim, Massimo Valentini, "e abbiamo già da tempo riorganizzato la nostra struttura presente su cinque regioni per dare soluzioni integrate e complete per la finanza aziendale alle 3000 aziende che seguiamo”.

Il nostro network di Agenda Corporate Italia è composto da 60 professionisti di ogni parte d’Italia. "Abbiamo predisposto un coerente modello professionale multidisciplinare per assistere le 1.500 aziende di riferimento", spiega Francesco Bifolco, co-founder e presidente della veneta Bfa Sistema Stp, "che necessitano di supporto legale, finanziario, fiscale e gestionale di collaudata qualità e presenza sui mercati nazionale ed internazionali”.

leggi anche | Banca Finint e Cdp partecipano al minibond della coop Codess

Le siciliane Conti Tasca d’Almerita e Bronte Pistacchio guidata da Paolo Pescetto, la marchigiana Cantina Offida di Walter Bartolomei, la pugliese Altoni Leather del distretto dei divani guidata da Pasquale Tricarico sono le prime aziende che hanno visto interamente sottoscritte le loro emissioni di minibond. Sulla rampa di lancio lo storico Oleificio Barbera di Manfredi Barbera ed altre aziende in Abbruzzo, Marche, Puglia e Lazio.

leggi anche | Amundi sottoscrive un minibond sull'assistenza sanitaria privata

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo