finanza & economia reale

Irlanda patria del venture capital con Enterprise Ireland

L’agenzia governativa irlandese per il trade e l’innovazione, è il primo venture capital (Vc) d’Europa e il secondo investitore più attivo al mondo nel feed funding

Irlanda patria del venture capital con Enterprise Ireland

Enterprise Ireland, l’agenzia governativa irlandese per il trade e l’innovazione, è il primo venture capital (Vc) d’Europa e il secondo investitore più attivo al mondo nel feed funding, attività di raccolta fondi finanziari usati per avviare nuove attività. La classifica 2019 è stata stilata da PitchBook, società di ricerca e analisi del mercato globale di Vc, private equity e angel investors.

Con 200 investimenti effettuati nel 2019, Enterprise Ireland si colloca al primo posto in Europa e al secondo a livello globale nella classifica degli investitori più attivi per numero di operazioni di venture capital. Il primo del mondo, con 285 investimenti, è l’acceleratore californiano 500 Startups, operante nel seed funding e nel venture capital in fase di avviamento.

Al terzo posto della classifica globale, con 193 operazioni, si è piazzato Plug and Play Tech Center, acceleratore con sede nella Silicon Valley. In Europa, il secondo posto, con 76 investimenti, va a Bpifrance, la Banque publique d’investissement. Per l’Italia, nella parte bassa della classifica, il primo a comparire è LVenture Group con 14 investimenti.

Negli ultimi anni, Enterprise Ireland è stata sempre molto attiva, con una media di 200 operazioni all’anno. “In qualità di agenzia governativa per il trade e l’innovazione, investiamo nelle start-up irlandesi", commenta Leo McAdams (in foto), responsabile della divisione servizi di investimento. "Puntiamo a supportare le imprese in tutte le fasi del loro percorso, dalle start-up che muovono i primi passi a quelle che necessitano di seed funding o capitali più ingenti. In particolare, lavoriamo per favorire i contatti con clienti internazionali di vari settori”.

leggi anche | Intesa Sanpaolo PB apre all'equity crowdfunding

In 25 anni dal lancio del seed and venture Capital scheme, Enterprise Ireland ha investito in nuove imprese 1.34 miliardi di euro, una media di 53 milioni di euro all’anno. Analizzando i settori di destinazione, l'agenzia, nel 2019, si posiziona al primo posto nella classifica globale dei servizi commerciali (31 operazioni), terzo nei medical device (16) e quinto nel software (66).

“Investiamo anche in fondi di venture capital", continua McAdams, "affinché questi ultimi possano a loro volta supportare aziende irlandesi ad alto potenziale innovativo e di crescita, pronte ad espandersi su scala internazionale. Forniamo inoltre supporto a un network che facilita i collegamenti tra angel investor e imprese nelle fasi iniziali, generando grandi opportunità di investimento”.

Con 40 uffici sparsi in ogni continente, Enterprise Ireland anche in Italia è impegnata a favorire partnership tra società italiane e irlandesi. Dall’ICT al life-science al fintech, le imprese irlandesi si sviluppano accanto alle multinazionali con sede nell’isola e ne soddisfano gli alti standard. I partner irlandesi, inoltre, beneficiano del supporto di un dinamico ecosistema di R&S di livello mondiale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo