succede in borsa

Secondo giorno di profondo rosso per Piazza Affari

L'indice azionario Ftse Mib in perdita del -3,28% sotto i colpi di un duro sell-off che aveva preso piede già da ieri. Si distingue solo il titolo farmaceutico Diasorin che chiude la giornata al +3,3%

Secondo giorno in profondo rosso per Piazza Affari

Dopo l'accenno di rialzo della prima mattina, Piazza Affari si è arresa a un'altra chiusura in profondo rosso con l'indice azionario Ftse Mib in perdita del -3,28% sotto i colpi di un duro sell-off che aveva preso piede già da ieri

Sulla giornata dei titoli ha pesato anche la richiesta al governo da parte del presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, di un inasprimento sulle regole per gli esercizi commerciali, consigliandone la totale chiusura ad esclusione per chi vende cibo e farmaci.  

L'unico a distinguersi sul listino italiano è il titolo Diasorin che dopo una progressione arrivata al +14%, ha chiuso la giornata con in postivo di 3,3 punti. Complice della buona performance, l'annucio da parte dell'azienda farmaceutica della commercializzazione di un nuovo test molecolare sul Covid-19, che ridurrebbe itempi d'attesa dei risultati dalle attuali 5 ore a 90 minuti.

Lo spread si è attestato sui 217 punti dopo oscillazioni che non sono mai andate al disotto dei 200. Il diferenziale tra Btp e Bund ha ragiunto nei giorni scorsi livelli anche più alti. Non è andata meglio alle altre Borse europee, rallentate anche da Wall Street, rimasta delusa dal silenzio che arriva ancora dal presidente Trump sul fronte fiscale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo