outlook

Italia, G. Sachs: adesso recessione ma nel 2021 ci sarà il rimbalzo

Per l'Italia la valutazione pre-virus era di un Pil in crescita dello 0,2% mentre ora si stima un crollo del 3,4%, il peggiore fra le grandi economie europee, seguito da quello della Germania

Investimenti esteri, disimpegno in Italia per 6,3 miliardi

Alla luce dell'impatto che l'epidemia di coronavirus sta avendo sulle economie europee, la banca d'affari di New York, Goldman Sachs, vede "una chiara recessione all'orizzonte" e taglia le stime precedenti sul Pil per il 2020. Per l'Italia la valutazione pre-virus era di un Pil in crescita dello 0,2% mentre ora si stima un crollo del 3,4%, il peggiore fra tutte le grandi economie europee. A questo dato si aggiunge il recente report di Cerved che mette in guardia su un possibile danno per il faturato delle imprese italiane da 641 miliardi (per la società di analisi il paese potrebbe lasciare sul terreno un quinto del suo prodotto interno lordo). 

Nelle previsioni di G. Sachs, l'Eurozona passa complessivamente da +1,0% a -1,7%. La Germania, il secondo paese più colpito dove la maggioranza dei 104 economisti intervistati dall'Ifo Institute richiede la riduzione delle aliquote fiscali alle imprese, potrebbe vedere un'inversione a U per il proprio prodotto interno lordo, che passerebbe da +0,9% a -1,9%. 

Leggermente meglio la stima per la Francia, anche se qui di passa da +1,1% pre-virus a - 0,9%. Male anche la Spagna che, anziche' crescere dell'1,8% viene vista in calo dell'1,3%. Per il 2021 invece viene stimato un netto rimbalzo con l'Italia in ripresa a +3,5%, stessa crescita dell'Eurozona. Per la Germania, Goldman Sachs, vede un +3,6%, per la Francia +3,0% e per la Spagna addirittura +4,3%.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo