solidarietà

Da Banca Mediolanum 1 milione per gli ospedali in prima linea

L'istituto di credito dell'ad Massimo Doris aggiunge altre risorse contro l'emergenza sanitaria del Covid-19. Ai 280 mila euro di marzo si agginge un altro milione per le strutture sanitarie di Pavia e Milano

Massimo Doris, ammonistratore delegato di Banca Mediolanum

Massimo Doris, ammonistratore delegato di Banca Mediolanum

Alla prima donazione del 4 marzo scorso in favore del Fatebenefratelli Sacco di Milano, Banca Mediolanum ha aggiunto in questi giorni ulteriori contributi, diretti e indiretti, per un valore di 1 milione di euro, devoluti interamente agli ospedali in primalinea nell'emergenza sanitaria Covid-19.

A favore della Fondazione Irccs Policlinico San Matteo di Pavia, la banca stanzia 200.000 euro per l’acquisto diretto di macchinari per la ventilazione artificiale e laradiografia polmonare che verranno poi donati al Reparto di Terapia Intensiva del nosocomio pavese. Un’ulteriore donazione di 200.000 euro, è destinata alla Fondazione Irccs Ca'Granda Ospedale Maggiore Policlinico di Milano per l’acquisto di attrezzature perle nuove aree del Dipartimento di Terapia Intensiva, diretto dal professore Antonio Pesenti.

Prosegue anche il sostegno per l’Asst Fatebenefratelli Sacco di Milano con 662.000 euro, di cui 240 mila euro direttamente dalla banca e 422 mila euro tramite la raccolta fondi, avviata a inizio marzo. La raccolta fondi è servita ad acquistare cinque macchinari, individuati direttamente dall’ospedale milanese, per il reparto di microbiologia, virologia e bio-emergenze, retto dalla professoressa Mariarita Gismondo.

La raccolta fondi prosegue, sempre a beneficio dell’Ospedale Sacco, con l’obiettivo di rafforzare l’aiuto alle unità operative di malattie infettive, dei professori Massimo Galli e Giuliano Rizzardini e di terapia intensiva di Emanuele Catena. Gli estremi per la donazione sono i seguenti. Ecco gli estremi del conto su cui donare: IBAN IT97O0306234210000001901901, intestato a Banca Mediolanum, causale: Emergenza Coronavirus.

leggi anche | Covid-19, il gruppo Iccrea avvia una raccolta fondi con Federcasse

L'istituto dell'ad Massimo Doris si muove anche attraverso la Fondazione Mediolanum Onlus che, insieme a Fondazione Vittorio Polli e Anna Maria Stoppani, punta a raddoppiare i primi 60.000 euro che verranno raccolti sulla Rete del Dono per sostenere la terapia intensiva dell’Ospedale Buzzi di Milano.

“Raccogliamo, con senso di responsabilità, gli appelli del Policlinico San Matteo di Pavia e del Policlinico di Milano, a cui servono urgentemente macchinari salvavita per combattere il Coronavirus", commenta Massimo Doris. "Ma gli appelli si moltiplicano, ciascuno è chiamato a dare il proprio contributo a sostegno dell’intera comunità. Manteniamo quindi aperta la raccolta fondi che andrà a finanziare un altro progetto dell’Ospedale Sacco”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo