covid-19

Fmi: "Politiche macroecnomiche come antivirus, la lezione della Cina"

Il Fondo monetario indica la strategia monetaria e fiscale cinese come modello da seguire dagli altri Pesi. Berger, capo missione Fmi in Cina: "Le miisure sono più efficaci se coordinate a livello internazionale"

 Covid-19, Fmi: La Cina insegna, necessarie politiche macroeconomiche

Adesso che la macchina produttiva di Pechino ha ripreso a camminare dopo il blackout da pandemia, è possibile iniziare a valutare la strategia che la Cina sta applicando per recuperare, almeno in parte, il terreno perso. Lo fa il Fondo montario internazionale che oggi invita i Paesi colpiti dal Covid-19 a fare tesoro della lezione cinese: l'importanza che le politiche macroeconomiche hanno nella mitigazione dell'impatto economico dello shock e nel sostegno alla ripresa.

Il messaggio arriva da Helge Berger (in foto), capo missione del Fmi in Cina e vicedirettore del dipartimento Asia e Pacifico, in una recente intervista via e-mail a Xinhua, una delle due agenzie di stampa ufficiali della Repubblica Popolare Cinese, ripresa da Adnkronos. "In Cina, stiamo assistendo a un forte sforzo fiscale incentrato sull'aiuto alle famiglie vulnerabili ealle piccole imprese più colpite dall'epidemia, mentre la politica monetaria rimane molto accomodante", afferma Berger mentre le A-share, le azioni alle Borse cinesi registrano un lunedì da dimenticare, con il benchmark Shanghai Composite Index in ribasso del 3,11%, a 2.660,17 punti. Non è andato meglio l'indice di Shenzhen con un ribasso del 4,52% a 9.691,53 punti.

Berger ha osservato che la People's Bank of China ha assicurato un'ampia liquidità nei mercati finanziari e per le banche, ha abbassato i tassi e ha lavorato duramente per incanalare il credito verso le imprese sotto pressione e per facilitare la produzione di forniture mediche.

In un blog di cui è co-autore, Berger e altri due funzionari del Fmi sostengono che l'esperienza della Cina finora ha dimostrato che le giuste politiche fanno la differenza nella lotta alla pandemia Covid-19, anche se alcune di queste politiche sono accompagnate da difficili compromessi economici.

Berger ha detto alla Xinhua che per mitigare l'impatto di un grave shock come questo è necessario fornire sostegno alle famiglie più colpite e le imprese più piccole. ''I politici dovrebbero continuare a cercare modi per raggiungerli; per esempio, rinunciando a tasse o bollette e incanalando il credito attraverso le imprese fintech", ha detto Berger.

"La salvaguardia della stabilità finanziaria in tempi come questo richiede un'azione assertiva e ben comunicata", ha continuato  il capo missione. Sul fronte della politica macroeconomica, "la chiave rimane quella di combinare il sostegno fiscale con una politica monetaria accomodante per sostenere la ripresa".

Il primo effetto dell'epidemia, oggi diventata pandemia, è stato larresto improvviso dell'attività economica nel primo trimestre, ma "la buona notizia", spiega Berger, è che l'economia cinese è "sulla via del ritorno al lavoro. Insieme al sostegno politico che viene fornito, la diffusa riapertura delle imprese e il fatto che i dipendenti stiano tornando al lavoro ci fa sperare di vedere una forteripresa a partire dal secondo trimestre". Per l'alto dirigente Fmi gli Stati devono essere pronti a modificare le proprie strategie economiche per agiornarle ai costanti cambiamenti della situazione sanitaria.  

Citando le precedenti osservazioni dell'amministratore delegato del Fmi, Kristalina Georgieva (in foto con il ministro Gualtieri), Berger ha detto che molte delle misure sono più efficaci se coordinate a livello internazionale. "In effetti, stiamo assistendo ad una cooperazione internazionale in molti settori chiave, come la fornitura di liquidità attraverso linee di swap, e la politica fiscale è in corso di attuazione in un numero crescente di paesi", ha detto Berger che ha annunicato la disponiblità del Fmi a mettere la sua capacità di prestito a disposizione di tutti i suoi 189 membri.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo