covid-19

Abi e sindacati d'accordo: "In filiale solo su appuntamento"

Rappresentanti dei lavoratori e associazione hanno firmato un nuovo protocollo sulla sicurezza sanitaria di bancari e clienti. Abi pubblica le modalità di richiesta di moratoria sui prestiti alle Pmi. Prevista la domanda via posta certificata

Banche, continua la morìa degli sportelli

Salvatore Poloni, presidente del comitato per gli affari sindacali e di Abi

Dopo giorni ad alta tensione Fabi, First-Cisl, Fisac-Cgil, Uilca e Unisin, hanno raggiunto un accordo con Abi sulle garanzie delle condizioni di salute e sicurezza per tutte le persone in una fase in cui conciliare il lavoro con una pandemia in corso è sempre più difficile. Il protocollo, firmato ieri sera, dispone l’accesso alle filiali su tutto il territorio nazionale solo "su appuntamento, per evitare assembramenti. Questa, la modalità di lavoro concordata alla luce dei più recenti provvedimenti delle autorità competenti e dell’evoluzione del quadro di rifermento".

I bancari devono fare i conti con l'attuale scarsità di guanti, mascherine e degli altri dispositivi di protezione individuale. Per questo motivo le banche "si sono impegnate ad adottare le necessarie soluzioni organizzative per mantenere la distanza interpersonale di almeno un metro nonché l’adozione di ulteriori misure per ridurre il rischio di contagio".

"Ferma la priorità di destinazione delle mascherine ai fabbisogni delle strutture sanitarie impegnate nella lotta contro il virus Covid-19", si legge nella nota congiunta "le banche confermano l’impegno ad acquistare i dispositivi di protezione individuale (in particolare le mascherine) per assegnarli innanzitutto ai dipendenti in contatto con il pubblico, a partire dalle zone a maggior rischio di contagio, nonché di quelle alternative (ad esempio plexiglass)". Le parti nazionali si sono accordate per una nuova videoconferenza per il prossimo 2 aprile per valutare eventuali aggiormanenti del protocollo.

L'altra novità che arriva dall'associazione del presidente Antonio Patuelli riguarda il mondo delle medie, delle piccole e piccolissime imprese italiane. Si tratta della pubblicazione delle modalità di adesione alla moratoria dei pagamenti dei prestiti e dell'accesso al fondo per le Pmi. La domanda dovrà pervenire via posta certificata. Resta da chiarire le modalità che riguardano la sospensione dei mutui sulle prime case. Il fondo di riferimento è il Gasparrini ma il suo utilizzo potrebbe richiedere un decreto ministeriale ad hoc. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo