banche & conti

Credem, Fitch conferma il rating a lungo termina a "BBB"

L'agenzia ha confermato il rating a lungo termine di Credem a ‘BBB’ e il viability rating (VR) a ‘bbb’. L’outlook è confermato ‘negativo’, in linea con il Sovrano

Credem, dividendi per 66,3 milioni

Lucio Igino Zanon di Valgiurata, presidente di Credem

Oggi Fitch Ratings ha confermato il rating a lungo termine di Credem a ‘BBB’ e il viability rating (VR) a ‘bbb’. L’outlook è confermato ‘negativo’, in linea con il Sovrano.

Fitch ha evidenziato che, nonostante le attività dell'istituto emiliano siano prevalentemente domestiche, il suo modello di business ha consentito al gruppo di raggiungere un livello di redditività più resiliente ed una migliore qualità dell’attivo rispetto alle altre banche italiane. La redditività di Credem è infatti stata supportata principalmente da: una forte diversificazione dei ricavi grazie al maggior focus sulle attività di wealth management e assicurative; e un costo del credito e un’incidenza dei crediti problematici significativamente inferiori alla media del Sistema.

Allo stesso tempo, dopo aver posto “Under Criteria Observation” il rating a breve termine di 31 banche, tra cui l'istittuo guidato dal presidente Lucio Igino Zanon di Valgiurata, a seguito della pubblicazione dei nuovi criteri intersettoriali del 2 maggio 2019, Fitch ha portato il rating a breve termine del gruppo a ‘F3’ da ‘F2’. Il downgrade è pertanto semplice conseguenza della nuova metodologia adottata dall’agenzia.

I rating assegnati a Credem sono i seguenti: 

  • Rating a lungo termine: confermato a ‘BBB’, Outlook Negativo
  • Rating a breve termine: portato a ‘F3’ da F2’
  • Viability Rating: confermato a ‘bbb’
  • Support Rating: confermato a ‘5’
  • Support Rating Floor: confermato a ‘No Floor’
  • Long-Term Deposit Rating: confermato a ‘BBB’
  • Derivative Counterparty Rating: confermato a ‘BBB (dcr)’
  • Subordinated Debt: confermato a ‘BBB-’

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo