europa & covid-19

Dalla Bce un bazooka monetario "senza fine" contro la pandemia

La stagione di acquisto di titoli da parte della Banca centrale europea parte senza avere una data di scadenza. La decisione è stata presa stamattina. Effetto positivo sulle Borse mondiali: Piazza Affari +1%

Dalla Bce un bazooka monetario "senza fine" contro la pandemia

Senza limiti. La stagione di acquisto di titoli da parte della Banca centrale europea parte senza avere una data di scadenza. È la decisione presa dall'Eurotower nella mattina di oggi con la pubblicazione in gazetta ufficiale del Piano di emergenza contro la pandemia di Covid-19 (il Pepp).

"L'Eurosistema non tollererà alcun rischio posto alla trasmissione della politica monetaria in tutte le giurisdizioni dell'area euro", scrivono da Francoforte. "La pandemia del coronavirus costituisce un'emergenza collettiva di sanità pubblica pressoché senza precedenti nella storia recente. È anche uno shock economico estremo, che richiede una reazione ambiziosa, coordinata e urgente delle politiche su tutti i fronti", si legge ancora nella nota della Bce. 

Il bazooka monetario da oltre 1000 miliardi, preannunciato da Christine Lagarde (in foto con Mario Draghi) il 14 marzo scorso, diventa illimitato. Un mare di denaro che servirà a sostenere la liquidità nella catena del credito a imprese e famiglie, attraverso il sostegno a banche e al sistema dello shadow banking. 

La decisione del consiglio della banca centrale continentale è arrivato a distanza di poche ore dall'intervento del predecessore di Lagarde. "Subito le misure anti-crisi facendo più debito pubblico", è stato l'appello accorato di un inedito Mario Draghi. Appello lanciato dalle pagine del Financial Times e (pare) preso alla lettera dall'istituto comunitario. Il parlamento europeo si occuperà oggi dell'approvazione dei provvedimenti della Bce.  

Le Borse mondiali hanno accolto con favore la notizia che è andata ad aggiungersi a quella proveniente dal senato statunitense, dello stanziamento di 2mila miliardi a sostegno dell'economia reale. I listini europei proseguono il timido trend positivo degli ultimi giorni guadagnando terreno, in media, dell'1%. Il Ftse Mib si è attestato intorno ad ora di pranzo sul +1%, Francoforte al +2. Ancora male Madrid dove gli scambi segnano il -0,9%, sotto il peso dell'aumento esponenziale dei contagi e dei decessi causati dalla pandemia. Bene anche lo spread con il differenziale tra Btp e Bund tedeschi sceso a 168 punti base. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo